Formazione online: per il 50% di studenti e lavoratori è il segreto per ripartire

Image by Alexandra_Koch from Pixabay 

Le difficoltà del periodo che stiamo attraversando fanno crescere l’esigenza di formazione professionale e orientamento al mondo del lavoro: secondo il 50% di studenti e candidati, seguire webinar e corsi online aiuta a gestire paure e incertezze dettate da questo periodo perché costituisce un modo per restare attivi e prepararsi alla ripartenza. È quanto emerge dalla ricerca di Gi Group, prima multinazionale italiana del lavoro, che - sulla base dei suoi 80 webinar forniti a 10.800 candidati - ha fotografato la situazione della formazione online durante il lockdown causato dalla pandemia di Covid-19.

A partecipare ai corsi di formazione sia lavoratori che studenti. I primi sono in prevalenza giovani e giovanissimi (35% di partecipanti tra i 26 e i 45 anni e 42% tra i 18 e i 25 anni) con una leggera maggioranza di presenze al femminile (52% donne e 48% uomini) e provenienti soprattutto dal nord Italia (39%) con una buona partecipazione anche dal centro (31%) e dal sud del Paese (30%). I settori dai quali si rileva maggior interesse per i corsi di formazione online sono Gdo, Meccanica e Logistica.Per quanto riguarda gli studenti (ragazzi delle quarte e quinte superiori di istituti tecnici professionali, ITIS e ragioneria), vi è un’inversione della distribuzione di genere (58% uomini e 42% donne) mentre permane quella geografica, con il 50% di partecipanti dal nord Italia, 30% dal centro e 20% dal sud.Anche se in molti (30%) dichiarano di risentire della mancanza del confronto con gli altri partecipanti o con chi tiene il corso (15%) l’esperienza della formazione online sembra essere apprezzata dai partecipanti dal punto di vista tecnologico: sono in pochi, infatti, a lamentare malfunzionamenti delle piattaforme sulle quali prendono parte a webinar e corsi (5%).