Black Friday, uno studio rivela com’è andato davvero il 2017

Manca poco più di una settimana all’appuntamento con l’attesissimo Black Friday e molti italiani hanno già riempito carrelli e liste dei desideri dei siti di e-commerce più famosi e non solo. Del resto, il giorno dei grandi sconti in vista del Natale è diventato un’istituzione anche in Italia tanto che ormai sono pochissimi gli esercizi commerciali che non partecipano a quello che è diventato un evento globale. Il 23 novembre (in realtà, gli sconti in molti casi iniziano prima e/o si protraggono fino al lunedì successivo, il CyberMonday), dunque, non saranno solo i big delle vendite online e i grandi retailer a offrire una serie di prodotti a prezzi più o meno stracciati, ma anche i piccoli negozi. Con la speranza che le cose vadano come lo scorso anno o anche meglio. Secondo l’indagine sul comportamento dei consumatori durante il Black Friday 2017 realizzata dal portale di comparazione prezzi Idealo, infatti, nel 2017 l’iniziativa ha avuto grande successo: quel giorno gli acquisti sono aumentati del 20% rispetto alle quattro settimane precedenti. Il settore che ha registrato gli incassi maggiori? Sicuramente quello della tecnologia: a dominare la classifica delle categorie più vendute sono stati, infatti, gli smartphone, seguiti da televisori, asciugatrici, aspirapolvere e tablet.

I prodotti meno cari durante il Black Friday 2017

Se guardiamo ai singoli prodotti, invece, la medaglia d’oro per l’oggetto più desiderato va al Huawei P10 Lite, seguito dall’iPhone 7. Al terzo posto un articolo di abbigliamento: le scarpe Dr Martens da donna. In quarta posizione il videogame Fifa 2018 e in quinta un altro smartphone, l’iPhone SE. I prodotti più acquistati durante il Black Friday 2017, però, non erano quelli effettivamente più convenienti. Secondo l’indagine, infatti, la categoria che il “giorno X” costava meno rispetto alle quattro settimane precedenti era quella dei giochi per PlayStation 4, con un risparmio medio del 14,4%. A seguire gli smartwatch (-11%), le scarpe da corsa (-10,4%), gli auricolari (-9,4%) e i profumi femminili (-8,1%).
Nei giorni delle super-offerte c’è stato un articolo che non solo non è stato scontato, ma addirittura ha subito un rincaro: il calendario dell’avvento, che lo scorso anno nella settimana del Black Friday e del Cyber Monday è costato in media il 12% in più.