Reinventiamo il Paese: intervista a Massimo Beduschi

© Max Rinaldi Photography

Bye bye rivoluzione industriale, benvenuta rivoluzione digitale! Perché la pandemia ha impresso un’accelerazione al processo evolutivo del Paese, e non solo in ambito produttivo. Un traguardo raggiunto a carissimo prezzo, ma che ci regala una nuova – convinta – consapevolezza su chi siamo, nel bene e nel male, e su cosa potremmo diventare. L’analisi di Massimo Beduschi, Ceo e Chairman di GroupM Italia, in questa intervista esclusiva a Business People , fa il punto sul mercato degli investimenti pubblicitari, cartina di tornasole dello stato di salute emotiva ed effettiva delle imprese, che nel 2021 dovrebbero registrare un aumento del 7%, dopo il -7,8% del 2020, alla luce del fatto che la crescita del Pil nel 2021 potrebbe variare dal 3 al 5%, mentre la ripresa dovrebbe avvenire nella seconda parte dell’anno. Ma il manager, che nello scorso giugno è stato chiamato anche al vertice della holding WPP Italia in qualità di Chairman e in tandem con Simona Maggini, nominata Country Manager, si spinge oltre, fino a tracciare un quadro più completo del panorama economico, culturale e sociale che è possibile scorgere dalla divisione italiana della più grande centrale media globale.

Il verbo di queste settimane, e lo sarà sempre più in quelle a venire, è “ripartenza”. Il Recovery Plan del governo Draghi le sembra adeguato?
Si tratta di un’occasione irripetibile, per ricostruire il Paese e far ripartire l’economia seguendo un progetto chiaro. Perché si è pensato di distribuire i soldi in aree nevralgiche, da una parte per favorire la trasformazione sostenibile e l’evoluzione digitale, dall’altra si punta a potenziare infrastrutture, sanità, scuola e ricerca.

Sostenibilità e digitalizzazione sono concetti piuttosto ampi, quali aspetti bisognerà privilegiare?
Sono ampi, ma hanno obiettivi precisi. Da una parte…

L'intervista continua sul numero di Business People giugno

Acquista la copia in edicola o scaricala da iTunes, Play Store, Portale Frecce (Trenitalia) e AppGallery (Huawei)
oppure
Abbonati e risparmia