© RMN / Thierry Le Mage

Testa di donna
Leonardo da Vinci (1452–1519)
Musée du Louvre, Paris, Département des Arts Graphiques (2376)

Quando si dice “l’eccellenza italiana”. Stavolta non si tratta di moda, automobili o di alta cucina, ma dell’uomo che più di chiunque altro ha tenuto alto il nome dell’Italia nel corso dei secoli. Di un genio assoluto che ha saputo essere un punto di riferimento nel campo dell’ingegneria, della scienza e dell’arte. È Leonardo da Vinci, l’allievo del Verrocchio che conquistò la corte milanese degli Sforza con la sua ineguagliabile genialità. Quest’autunno la prestigiosa National Gallery di Londra dedica una mostra al genio toscano, dal titolo Leonardo da Vinci: Painter at the Court of Milan , per celebrare la produzione pittorica dell’artista, nel periodo trascorso alla corte di Ludovico Il Moro. La rassegna londinese si differenzia da tutte le altre esposizioni dedicate a Leonardo proprio per l’attenzione esclusiva alle ambizioni ed al talento del pittore, tralasciando in questa sede le altrettanto eccezionali doti dell’inventore, del trattatista e dello scienziato.

La mostra raccoglierà più di 60 opere, tra dipinti e disegni leonardeschi, oltre ad alcuni lavori realizzati dai suoi più stretti collaboratori. In particolare i visitatori potranno ammirare quasi tutte le opere pittoriche del periodo milanese, conservate fino ai giorni nostri. Tra questi vale la pena di citare Ritratto di musico (Pinacoteca Ambrosiana, Milano), San Girolamo (Pinacoteca Vaticana), Dama con l’ermellino (Czartoryski Muzeum, Cracovia), Ritratto di dama (Musée du Louvre, Parigi) e la Vergine delle rocce (National Gallery, Londra), reduce da un recente intervento di restauro. Non poteva mancare il fiore all’occhiello della produzione milanese di Leonardo, L’ultima cena , presente alla National Gallery nella forma di una copia a grandezza naturale, realizzata dal suo allievo Giampietrino e di proprietà della Royal Academy di Londra.

Gli estimatori di Leonardo da Vinci non potranno lasciarsi sfuggire l’occasione di ammirare questa rassegna eccezionale. Per loro l’appuntamento è alla National Gallery di Londra, dal 9 novembre 2011 al 5 febbraio 2012.