La soglia del miliardo di euro è vicina, già nel 2012 potrebbe essere raggiunta e superata. È l’e-commerce relativo al comparto fashion in Italia, lo shopping on line di abbigliamento e accessori. A rivelarlo l’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm–School of Management del Politecnico di Milano che ha presentato i suoi dati in occasione del workshop organizzato da BuyVIP e intitolato Come l’eCommerce sta cambiando le regole del gioco nella distribuzione . Nel 2012 le vendite dai siti italiani sono previste in crescita del 18% rispetto al 2011, per un fatturato stimato intorno ai 9,5 miliardi di euro. Il solo comparto abbigliamento/moda potrebbe da solo superare la soglia di 1 miliardo di euro già nel 2012, facendo registrare il tasso di crescita più alto e diventando per la prima volta il secondo comparto dopo il turismo. «Il comparto abbigliamento stimiamo registri un incremento del 30% tra 2011 e 2012, passando da 794 milioni di euro ad oltre 1 miliardo di euro a fine 2012 e a farla da padrone sarà il fashion, con l’80% del mercato» ha dichiarato Riccardo Mangiaracina, Responsabile della Ricerca Osservatorio B2c Politecnico di Milano. «Dalla nostra indagine sulla multicanalità emerge un dato particolarmente significativo – commenta Maurizio Alberti, Managing Director di eCircle Italia – la maggior parte degli intervistati (65%) che acquista prodotti moda si comporta in maniera multicanale in tutte le fasi del processo d’acquisto, sfruttando contemporaneamente canali online ed offline. La chiave per il successo delle imprese fashion è l’integrazione dei canali di vendita trasformandoli in strumenti complementari e non concorrenti. In questo modo le aziende saranno in grado di offrire ai consumatori un’esperienza d’acquisto completa, che permetta loro di scegliere in qualsiasi momento il canale preferito spostandosi agevolmente in un ambiente multicanale ricco di stimoli e interazione».