© Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for Cartier

La boutique Cartier di via Montenapoleone a Milano

La boutique Cartier di via Montenapoleone ha riaperto battenti. Dopo i lavori di ristrutturazione si è rialzato il sipario sullo storico palazzo sito al civico 16, all’angolo di via del Gesù, da più di 30 anni sede storica della Maison Cartier. Costruito all’inizio dell’800, questo edificio dall’architettura sobria e raffinata che si eleva su quattro piani, è stato oggetto di una reinterpretazione ad opera di Bruno Moinard, architetto designer incaricato della concezione di tutte le boutique Cartier nel mondo. Cinquecento metri quadrati di superficie che ospitano l’intero mondo della griffe del gruppo Richemont: dalla gioielleria agli anelli di fidanzamento fino all’orologeria e gli accessori, passando per un intero piano, corredato anche di terrazza e piccola cucina, riservato ai clienti più speciali. A firmare l’arredo, realizzato in esclusiva per la boutique, l’azienda Molteni. Un progetto di vasto respiro che fa leva sulla cultura e sullo spirito aristocratico e raffinato della capitale della moda italiana. Un tempio della Maison così come quelli di Rue de la Paix a Parigi, New Bond Street a Londra e Fifth Avenue a New York.

Tante le celebrities chiamate a raccolta per l’apertura, protagonista indiscussa Monica Bellucci che ha avuto l’onore di tagliare il nastro insieme a Bernard Fornas, presidente a ceo di Cartier International.