© GettyImages

Matteo Manassero

A 17 anni, 10 mesi e 4 giorni Matteo Manassero potrebbe essere il più giovane vincitore di un torneo del World Golf Championship, il campionato del mondo di golf. Alla vigilia della sua partecipazione all’Accenture Match Play, di scena in questi giorni in Arizona, la vittoria del veronese era quotata a 50,00. Troppi i grandi a contendersi il titolo; da Tiger Woods a Rory McIlroy, da Lee Westwood a Paul Casey. Invece Matteo, a sorpresa, ha passato il primo turno, battendo il numero 8 del mondo Steve Stricker e poi anche il secondo, superando di misura Charl Swarztel. Oggi affronterà l’inglese Luke Donald per un posto in semifinale. L’impresa è ardua, ma si spera in un’altra prestazione super. Ma Manassero non è l’unica sorpresa di questo pazzo torneo che, archiviati i primi due turni, ha visto, uno alla volta tornare a casa i più grandi, scalzati dai giovani. Dei 16 golfisti ancora in gara, 8 hanno meno di 30 anni e 3 al massimo 23 anni.

Il secondo turno
Il numero 1 al mondo, Lee Weestwood è stato sconfitto dallo statunitense Nick Watney, avanti di una buca. Ryan Moore si è imposto sul coreano Choi 5e4. Il nostro Edoardo Molinari ha dovuto cedere il passo all’inglese Luke Donalf, avanti 2 buche con solo 1 al termine. Fuori anche Rory McIlroy, sconfitto da Ben Crane. Il campione nordirlandese è uscito di scena con uno score incredibile, indietro addirittura di 8 buche all’undicesima. Paul casey, due volte finalista del torneo, è stato battuto dall’australiano Jason Day. Altra debacle non da poco quella di Phil Mickelson eliminato da Rickie Fowler per 6e5. Vittoria di misura, alla 20esima buca, per il tedesco Martin Kaymer sull’inglese Justin Rose.

Le sfide di oggi
Oggi si gioca il terzo turno, quello che decide i semifinalisti. Gli otto match:
Nick Watney -Ryan Moore
Matteo Manassero - Luke Donald
Rickie Fowler – Matt Kuchar
Graeme McDowell – Y.E. Yang
Martin Kaymer – Hunter Mahan
Ben Crane – Miguel A. Jimenez
Geoff Ogilvy – Bubba Watson
Jason Day – J.B. Holmes