Francesco Molinari vince l’Open Championship. Prima volta di un italiano

© Getty Images

Francesco Molinari entra ufficialmente nella storia del golf italiano e mondiale. Con una serie di tiri perfetti, al termine di quattro giornate di grandi emozioni, riesce a conquistare l’Open Championship (o British Open), uno dei quattro tornei principali del circuito internazionale. Nessun italiano prima di lui c’era mai riuscito. Un’impresa quello dello sportivo torinese, classe 1982, che arriva a coronazione di un luglio davvero incredibile, che lo aveva già visto vincitore del Quicken Loans National, il primo torneo vinto da un italiano nel circuito americano Pga Tour, uno dei più difficili.
A metà dell’ultima delle giornate dell’Open Championship, con ancora nove buche davanti, la situazione appare ancora incerta. Molinari è quinto, ma con un vantaggio limitato: ci sono ben 10 giocatori nel giro di tre soli colpi. Ma da qui in avanti, l’italiano costruisce la sua impresa: inanella una serie di tiri perfetti e poco dopo si trova a -8 rispetto al par, 8 colpi in meno di quelli che il programma prevede per finire tutte le 18 buche. Quelli che vengono dopo di lui non riescono a fare meglio. A Tiger Woods, tornato a ottimi livelli, e agli altri favoriti del torneo non resta altro da fare che arrendersi.

 

Tutti i successi di Francesco Molinari

Francesco Molinari non è certo una sorpresa per gli appassionati di golf. Membro di una famiglia di sportivi e golfisti, aveva già regalato splendide emozioni all’Italia. A cominciare dal lontano 2006, quando conquistò la vittoria dell’Open d’Italia, 26 anni dopo l’ultimo italiano, Massimo Mannelli. E che dire del trionfo, nel 2009, in coppia con il fratello Edoardo nella World Cup? Il primo per il nostro Paese. Ma non finisce qui. Nel 2010 e nel 2012 si aggiudicò, con il team europeo, la Ryder Cup, la manifestazione a squadre più sentita e seguita da chi ama il golf. Oltretutto sconfiggendo gli americani, da sempre i nostri avversari numero uno. Nello stesso anno, Molinari vinse anche l’HSBC Champions, il primo torneo del World Tour, salendo al 14esimo nella classifica mondiale. Seguirono altri successi, come un nuovo Open d’Italia nel 2016 e la Reale Seguros Open de Espana. Ma ora, con l’affermazione nel torneo più vecchio e più storico, è arrivata la consacrazione definitiva.