Calcio e coronavirus: la Serie A riparte il 13 giugno

(foto Getty Images)

Il 13 giugno riprende il campionato di Serie A dopo la sospensione per l'emergenza sanitaria: l’assemblea della Lega, riunitasi nella giornata di mercoledì 13 maggio, ha dato il via libera alla ripartenza delle partite (mancano 12 giornate alla fine del campionato e quattro recuperi) “in ossequio alle decisioni del Governo e in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori”.

Nell’incontro di ieri, tuttavia, si è parlato anche di diritti televisivi e il messaggio, destinato alle tv (Sky e Dazn in primis) è chiaro: si deve pagare. “La Lega Serie A ribadisce, nel rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi 2018-2021, la necessità del rispetto delle scadenze di pagamento previste dai contratti per mantenere con gli stessi un rapporto costruttivo”.

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport , l’amministratore delegato della Lega, Luigi De Siervo ha ottenuto un mandato di una settimana per trovare un accordo con le tv - che avevano chiesto uno sconto sull’ultima parte del pagamento - prima di passare eventualmente alle vie legali.