© Worlds 50 Best Restaurants sponsored by S.Pellegrino & Acqua Panna, April 2013

Josep, Jordi e Joan Roca del ristorante El Celler de Can Roca

Dopo due secondi posti consecutivi, El Celler de Can Roca di Girona (Costa Brava spagnola) ha finalmente conquistato l’ambito primo posto della classifica dei migliori ristoranti del mondo: il World’s 50 Best Restaurants 2013, il riconoscimento della rivista inglese Restaurant Magazine , con la sponsorizzazione di S.Pellegrino e Acqua Panna.

Il ristorante dei fratelli Roca (nella foto) è così riuscito a scalzare dalla testa della classifica il danese Noma, vincitore del premio negli ultimi tre anni e protagonista, suo malgrado, di una chiusura temporanea causata da un’intossicazione alimentare di alcuni suoi clienti, solo pochi mesi fa. Per l’edizione 2013 il ristorante del giovane chef danese René Redzepi si è dovuto quindi accontentare della seconda posizione.

Festeggia l’Italia, con l’Osteria Francescana di Modena che, dopo cinque anni di presenza in classifica, riesce finalmente a salire sul terzo gradino del podio. Per il ristorante del chef pluristellato Massimo Bottura, che nel 2012 si attestava in quinta posizione, l’ennesimo, importante riconoscimento. L’Italia è presente nella classifica con altri tre ristoranti, tra cui segnaliamo il ritorno del Combal.Zero di Rivoli (chef Davide Scabin) al 40esimo posto, la salita di cinque posizioni de Le Calandre di Sarmeola di Rubano (chef Massimiliano Alajmo) al numero 27 e il debutto del Piazza Duomo di Alba (chef Enrico Crippa) al 41esimo posto. Scende invece dal 70esimo, al 74esimo posto il ristorante Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio la cui cuoca, Nadia Santini è stata incoronata miglior donna chef del mondo con il premio Veuve Cliquot World’s Best Female Chef 2013.

Se l’Italia si ferma a quota quattro, la Francia può vantare, così come gli Stati Uniti, sei ristoranti in classifica. Tre i ristoranti invece del contingente britannico e quattro quelli spagnoli.

IL PREMIO La classifica World’s 50 Best Restaurants è redatta in base ai voti della Diners Club® World’s 50 Best Restaurants Academy, un gruppo composto da oltre 900 leader internazionali nel settore della ristorazione. Comprende 26 regioni di tutto il mondo, ognuna delle quali è rappresentata da una giuria di 36 membri, tra cui un presidente. Ogni membro ha a disposizione sette voti; dei quali almeno tre devono essere assegnati a ristoranti al di fuori della propria regione. La giuria di ogni regione è composta da critici gastronomici, cuochi, ristoratori e “gastronomi”. I membri elencano le proprie scelte in ordine di preferenza, in base alle loro esperienze dei migliori ristoranti negli ultimi 18 mesi. Non vi è alcuna lista prestabilita di controllo dei criteri.