A che punto siamo con l'occupazione femminile e l'inclusione della diversity? Prova a rispondere LinkedIn analizzato i 467 milioni di profili a livello globale. Ebbene, non sorprenderà leggere che i Paesi e le aziende che stanno puntando sulle "quote rosa" ottengono i risultati migliori. Forse farà più impressione - e piacere - leggere che ormai i manager donna sono ormai il 25% del totale in piccole e grandi aziende in dieci tra le economie più sviluppate del pianeta. Da sottolineare le performance di Canada, Stati Uniti e Francia, dove si raggiungere la media di un terzo. E l'Italia? Il nostro Paese registra un +6% di assunzioni femminili in ruolo manageriali, toccando il 27,5%, nono posto nella top ten delle economie in maggiore crescita. Guidano la classifica in questo caso India (+19%), l’Olanda (+16%) e la Francia (+10%), mentre dietro di noi c'è solo la Spagna (3%).

LEGGI L'EDITORIALE:La diversità è una ricchezza