BusinessPeople

L'editoriale

Torna a Le opinioni

Se il Mise non sa contare

Martedì, 10 Settembre 2019
Se il Mise non sa contare

Qual è la conditio sine qua non se si vuole risolvere un preciso problema? Sapere di avere quel problema... E se anche si avesse contezza di avere un problema, ma non se ne conoscessero i termini precisi, sarebbe difficile (se non improbabile) riuscire a trovare – random o a caso – la soluzione adeguata. Ecco la riflessione che mi sorgeva leggendo che non si sa ancora quanti siano di preciso i tavoli di crisi aziendale attualmente aperti presso il Mise. Sì, avete letto bene: il ministero delle Attività produttive non sa dire quanti, e di rimando quali, siano le aziende che avrebbero bisogno di un intervento del governo per tentare di risolvere la propria crisi. C’è chi dice che a gennaio fossero 138, le stime dei sindacati veleggiato intorno ai 158. Ovviamente, il gioco allo scaricabarile è partito in automatico: tutta colpa dei governi precedenti che avrebbero adottato, letteralmente, un «metodo di conteggio lacunoso e contradditorio».

Che la forza sia con noi!

Che la forza sia con noi!

Martedì, 10 Settembre 2019

Raccontare la forza sia quella con la f minuscola (che interessa ogni ordine e grado della realtà), sia quella con la F maiuscola (che, per certi versi, riguarda la trascendenza), “vissuta” dal maestro Yoda e compagni nella saga di Star Wars , è per noi più di un divertissement estivo: non ci...

Forza Mediaset, ma povera Italia

Forza Mediaset, ma povera Italia

Venerdì, 19 Luglio 2019

La notizia è di quelle che un italiano che ama il suo Paese non vorrebbe mai sentire: Fininvest si è vista costretta a traslocare la sede legale di Mediaset in Olanda per favorirne lo sviluppo. E la tristezza, ti assale... Già, perché a prescindere dal fatto che si sia simpatizzanti o...

ARCHIVIO
  • La giovane economia di Francesco
    La giovane economia di Francesco

    Per provare a cambiare qualcosa, da qualche parte bisogna iniziare. Essenziale, anzi vitale, è avere cura di scegliere i giusti compagni di strada con cui condividere se non lo stesso pensiero, almeno le medesime aspirazioni. E personalmente ho trovato straordinario che un Papa di 82 anni suonati...

  • Salvate il soldato Tria
    Salvate il soldato Tria

    Non passa giorno che non mi chieda perché il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, non si dimetta. Sembra un vaso di coccio tra tre vasi di metallo, come avrebbe detto il Manzoni: non riesce a imporre nulla di sistemico ai tre triumviri al governo, nell’ordine Salvini, Di Maio e (il terzo incomodo) Conte.

  • Nuovo non è necessariamente sinonimo di buono
    Nuovo non è necessariamente sinonimo di buono

    Ci sono numeri che da soli, in un colpo d’occhio, riescono a creare un quadro di insieme sullo stato di salute dell’economia di un Paese. Tra questi c’è il tasso di natalità delle imprese. L’Istituto Bruno Leoni si è cimentato di recente in tale esercizio, rilevando plasticamente come all...

  • Quando mancano le idee, il vuoto avanza
    Quando mancano le idee, il vuoto avanza

    Confesso di essere molto perplesso. Dopo anni passati a leggere decine di testate ogni giorno per informarmi, per sapere cosa sta succedendo al mio Paese e a me, così come al mondo intero, sono ormai mesi che ogni mattina prima di accendere il mio tablet, provo un leggero brivido di repulsione.

  • Leonardo non è stato (solo) un genio
    Leonardo non è stato (solo) un genio

    Pittore, scultore, inventore, scrittore, scienziato, astronomo, matematico, ingegnere, anatomista, architetto, musicista, scenografo, trattatista, disegnatore…. Tutto questo, e molto altro ancora, è stato Leonardo, figlio di ser Piero da Vinci nei suoi 67 anni di vita. Per riassumere, semplificando, lo si definisce genio.

LA RIVISTA
Anno XIV n 9 settembre 2019
Copyright © 2019 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media