Coronavirus: da Google sostegno da 800 milioni di dollari

(Foto Getty Images)

Un contributo da 800 milioni di dollari per supportare le pmi, le organizzazioni sanitarie e i governi. È quanto è stato annunciato da Google, che ha annunciato una serie di misure per aiutare a contrastare l'emergenza economica causata dalla pandemia da coronavirus Covid-19. Oltre la metà del contributo stanziato dal celebre motore di ricerca online è destinato alla pubblicità su Internet. Tutte le pmi con account Google Ads attivi nell'ultimo anno avranno, infatti, crediti utili per le campagne pubblicitarie online; i crediti – per i quali Mountain View ha stanziato 340 milioni di dollari, potranno essere utilizzati in qualsiasi momento fino alla fine del 2020 su tutte le piattaforme pubblicitarie Google.

A questo piano si aggiungono altri 250 milioni di dollari in crediti pubblicitari che potranno essere utilizzati dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), e oltre 100 agenzie governative a livello globale per fornire informazioni rilevanti su come prevenire la diffusione di Covid-19 e altre misure per aiutare le comunità locali. Si tratta di un aumento rispetto ai 25 milioni di dollari iniziali annunciati qualche settimana fa. Inoltre, altri 20 milioni di dollari in crediti pubblicitari verranno messi a disposizione delle istituzioni finanziarie dedicate allo sviluppo delle comunità, per annunci di servizio pubblico sui fondi di sostegno e altre risorse per le pmi.

Google ha poi annunciato un fondo di investimento da 200 milioni di dollari a supporto delle organizzazioni non governative e delle istituzioni finanziarie di tutto il mondo per aiutare le piccole imprese nell’accesso al credito. Il fondo, si precisa in una nota, si aggiunge ai 15 milioni di dollari di sovvenzioni in denaro che Google.org sta già fornendo alle organizzazioni non profit per contribuire a colmare le lacune nel finanziamento delle pmi. Altri 20 milioni di dollari in crediti Google Cloud (la piattaforma di cloud computing) verranno poi destinati a istituzioni accademiche e ricercatori per utilizzare le risorse computazionali e l'infrastruttura Google nello studio di potenziali terapie e vaccini, tenere traccia dei dati critici e identificare nuovi modi per contrastare COVID-19.È possibile richiedere i crediti sul sito di Google for Education.