È guerra dell’oro, Barrick Gold lancia Opa ostile su Newmont Mining

Newmont Mining, uno dei più grandi produttori al mondo di oro, trema. Ieri, infatti, Barrick Gold, sua storica rivale, ha lanciato un’offerta ostile da 17,8 miliardi di dollari per acquisirlo e creare così il più grande produttore di oro a livello globale. In realtà, Barrick ha proposto una fusione tramite scambio di azioni (offrendo 2,5694 azioni proprie per ogni titolo Newmont) che darebbe vita a un gigante da 42 miliardi di dollari. La mossa arriva a distanza di un mese dall’offerta di acquisto da 10 miliardi di dollari presentata da Newmont nei confronti di un’altra rivale, la Goldcorp. “ È un tentativo disperato e bizzarro di far saltare il nostro affare” ha commentato il numero uno di Newmont, Gary Goldberg.
Del resto, la corsa di Barrick Gold pare inarrestabile. Lo scorso settembre aveva rilevato Randgold Resources per sei miliardi di dollari, dando vita a un colosso dell’oro con una capitalizzazione di mercato da 18 miliardi di dollari. Ora punta alle miniere che Newmont possiede in Nevada.