Tremonti ‘bacchettato’ dal Financial Times sull’affitto in nero

“Gli italiani meritano un comportamento migliore da parte del ministro delle Finanze” che “non è indispensabile”, ma scaricarlo ora “non sarebbe un buon momento per l’Italia”

“È inconcepibile che il ministro non sia al corrente del ruolo che i pagamenti in contanti rivestono nel perpetuare in Italia la malattia cronica dell’evasione fiscale”. Con queste parole il Financial Times, uno dei quotidiani economico-finanziari più conosciuti al mondo, entra nella vicenda Milanese-Tremonti accusando il ministro dell’Economia di troppa leggerezza nel corrispondere l’affitto per la casa di Campo Marzio a Roma e per la quale è ora al centro delle polemiche. Il perché poi Giulio Tremonti non abbia pagato con assegni o bonifico il suo affitto romano “è un mistero” scrive il Financial Times che, ricordando la recente manovra italiana da 48 miliardi, rilancia: “Gli italiani meritano un comportamento migliore da parte di un ministro delle Finanze che aumenta loro le tasse”.Il quotidiano del Regno Unito, però, non dimentica i meriti del ministro dell’Economia italiano e ammette che, “date le persistenti tensioni sui debiti sovrani europei, questo non sarebbe un buon momento per l’Italia per scaricare il ministro dell’Economia. Ma – precisa il quotidiano d’oltremanica – come lo stesso Berlusconi, Tremonti non è indispensabile”.

Crisi dei mercati. Tremonti convoca il Comitato per la stabilità finanziaria.Si terrà questo pomeriggio la consueta riunione del Comitato per la stabilità finanziaria. Assieme al ministro Giulio Tremonti, che ha indetto l’incontro, ad analizzare la difficile situazione dei mercati, ci saranno Consob, Bankitalia e Isvap.

© Riproduzione riservata