Connettiti con noi

Attualità

Saldi in Svizzera, italiani in coda al confine

In attesa dei nostri sconti si emigra all’estero in cerca d’acquisti convenienti, anche se i ribassi in Italia sono già iniziati

Non c’è più solo la benzina a prezzi convenienti, a spingere gli italiani di confine (e non solo) verso la Svizzera ci sono anche i saldi invernali che oltralpe sono già iniziati con supersconti tra il 50 e il 70%. Un interesse, quello dell’acquisto a basso costo, che – segnala un servizio del Tg5 – ha già creato code di diversi chilometri al confine Italia-Svizzera. “In Svizzera (i saldi, ndr) non sono regolamentati come in Italia, quindi giochiamo d’anticipo”, spiega al telegiornale Mediaset Marco Hefti dell’Outlet Mendrisio. Dopo un Natale povero di acquisti, abbigliamento e grandi marchi – soprattutto made in Italy – vanno per la maggiore; il cambio, si segnala nel servizio, non è proprio allettante ma si può pagare comodamente in euro. Per cercare prezzi ribassati non serve andare in Svizzera; anche in Italia si praticano già dei ribassi in attesa dei saldi che inizieranno solo con il nuovo anno (guarda il calendario dei saldi). Saldi che, “si spera – conclude il Tg5 – porteranno file come quelle viste al confine verso le vetrine di casa nostra”.