Ambulanti 2.0: sì ai pagamenti elettronici in spiaggia

A Forte dei Marmi le spese dall’ambulante si fanno con il bancomat: Mosè, attrezzato di Pos,vende collane agli shopping addicted sotto l’ombrellone

Facile, veloce e sicuro, come pagare con bancomat in un negozio. Qui però siamo al mare, a Forte dei Marmi. Gli ambulanti, in fatto di pagamenti si sono evoluti: dotati di terminale Pos vendono le loro creazioni e merci ai bagnanti.

Fare shopping dal venditore ambulante con carta è una nuova tendenza che si sta affermando anche tra i lussuosi ombrelloni dei lidi della Versilia. Infatti, un articolo del Il Messaggero di oggi, parla di questa moda e ci racconta di Mosè, venditore senegalese, arrivato in Italia dal 1988, che da più di vent’anni frequenta le spiagge della Versilia per proporre alle bagnanti collane di perle e pietre preziose dai 150 euro in su.

«Le mie creazioni sono tutte artigianali, fatte dalla famiglia in Burkina Faso e poi vendute al mare. Ho una licenza da ambulante e un’attività commerciale registrata regolarmente» spiega il “gioielliere” del Forte, i cui bijoux sono apprezzati dalla clientela nostrana, da quella straniera (russi, inglesi e americani) e perfino da vip come la cantante Shakira.

La storia di Mosè, che da quattro anni usa il Pos per i pagamenti, fa riflettere sul fatto che nel nostro paese molti commercianti rifiutano per spese superiori ai 30 euro pagamenti con carta, nonostante una legge li renda obbligatori. Questo aspetto evidenzia quanto sia grande ancora il gap che l’Italia deve colmare, rispetto all’Europa, in fatto di pagamenti con moneta elettronica.

© Riproduzione riservata