Frescobaldi miglior impresa familiare del 2023

La celebre cantina toscana dalla storia centenaria si aggiudica il 18° Premio Alberto Falk assegnato da Aidaf. Consegnate anche quattro menzioni e due premi speciali

Lamberto Frescobaldi

È il Gruppo Marchesi Frescobaldi la miglior impresa familiare del 2023. La celebre cantina toscana, che produce vini da oltre 700 anni, si è aggiudicata il 18° Premio Alberto Falck, assegnato dall’associazione Aidaf a quelle aziende che si sono distinte sulla base di specifici parametri economico-finanziari, oltre al consolidamento sui mercati internazionali, la presenza di sistemi di governance virtuosi e di programmi di sostenibilità e responsabilità sociale.

Premio Alberto Falk: le motivazioni del premio a Frescobaldi

Secondo l’Aidaf, che rappresenta oltre 270 imprese familiari in Italia, i risultati del Gruppo Frescobaldi, nel 2022, sono stati particolarmente significativi, raggiungendo ricavi oltre 150 milioni di euro, di cui il 60% proveniente da mercati esteri.

Questi risultati, si sottolinea da Aidaf, sono la conseguenza della coraggiosa strategia di crescita e valorizzazione del territorio, promossa dalla famiglia fin dagli anni 60 e portata avanti dalla nuova generazione.

A oggi, il Gruppo possiede tenute in Italia – tra la Toscana e il Friuli-Venezia Giulia – e negli Stati Uniti (in Oregon) – e controlla vari marchi del settore vitivinicolo come Masseto, Ornellaia, Luce, CastelGiocondo, Nipozzano.

Pur essendosi aperta al mercato internazionale, le radici della famiglia rimangono saldamente legate al territorio toscano, e nella storia di Frescobaldi si rintracciano rapporti con le botteghe di artisti quali Donatello e Brunelleschi. Un legame, quello con l’arte, che il Gruppo ha rinnovato attraverso progetti concreti di sostegno all’arte contemporanea.

Le menzioni speciali del Premio Alberto Falk

Oltre al premio per la miglior impresa familiare, la giuria indipendente ha assegnato quest’anno quattro menzioni speciali.

La menzione per il miglior passaggio generazionale, in partnership con UniCredit Wealth Management, è stata assegnata a Irsap, una delle principali organizzazioni attive nel settore del riscaldamento e del raffrescamento in Europa. Per la giuria l’azienda ha preparato con successo il passaggio alla terza generazione, rappresentata da Marco Rossi, che ha assunto nel 2020 il ruolo di co-amministratore delegato a fianco del padre Fabrizio. L’azienda ha abbracciato così un modello moderno di leadership collegiale, che ha portato a un miglioramento della performance.

La menzione per il miglior percorso di crescita sostenibile, in collaborazione con Fsi, è stata riconosciuta a Feralpi Group, che negli ultimi cinque anni si è impegnato in progetti di sostenibilità in tutte e tre le aree Esg (Environmental, Social and Governance), sviluppando programmi di stakeholder engagement e responsabilità sociale. L’azienda ha così abbattuto consumi ed emissioni nella produzione di acciai tramite la promozione di un’intensa attività interna di innovazione e ricerca, all’avanguardia per il settore.

La menzione per il miglior progetto impresa, arte, cultura è stata assegnata ad Amarelli Fabbrica di Liquirizia, che nel 2001 ha dato vita al Museo “Giorgio Amarelli”, dedicato alla storia della liquirizia dalle origini a oggi, documentando con materiali d’archivio la nascita dell’azienda e la sua evoluzione negli anni tra agricoltura, economia, impresa e cultura.

La menzione ambassador della cultura d’impresa familiare italiana, in collaborazione con EY Private, è stata assegnata ad Anna Zegna in veste di presidente di Fondazione Zegna, istituzione che promuove i valori della famiglia in continuità con l’eredità filantropica ricevuta. In questo senso, Casa Zegna, archivio storico e dinamico centro culturale, e Oasi Zegna, un’area protetta che si estende per 100 kmq nella provincia di Biella, rappresentano un concreto esempio di cosa significhi dare continuità ai valori familiari di tutela, valorizzazione e conservazione delle proprie radici a sostegno del territorio e a vantaggio delle comunità locali e globali.

Borsa Italiana ha conferito per il 2023 a Green Oleo – azienda di oleochimica fine da fonti biodegradabili e rinnovabili – un riconoscimento speciale come azienda familiare quotata, che ha scelto la Borsa, in particolare Euronext Growth Milan, per espandersi e cogliere le opportunità offerte dal mercato dei capitali, adottando un approccio sostenibile per fare business e generare valore.

La serata è stata anche l’occasione per consegnare per la prima volta il Premio speciale Philéo a Veronica e Andrea Bocelli, che hanno saputo unire al genio creativo e all’impegno imprenditoriale un parallelo impegno filantropico, attraverso l’attività dell’Andrea Bocelli Foundation, nata per aiutare le persone in difficoltà a causa di malattie, condizioni di povertà ed emarginazione sociale, la Fondazione promuove progetti che favoriscono il superamento di tali barriere, per una piena espressione del potenziale di ognuno.

© Riproduzione riservata