Connettiti con noi

Attualità

Alla Convention di Torino Banca Mediolanum svela il suo ‘Domani’

Oltre 5000 spettatori per l’appuntamento annuale info-formativo dell’istituto guidato da Massimo Doris, che annuncia la novità Mediolanum Life Planning. Il direttore commerciale, Stefano Volpato: “Prendiamo per mano l’Italia. Rendiamo più efficiente il nostro risparmio”

convention Banca Mediolanum Credits: Banca Mediolanum

Proiettati al domani. Si può riassumere così il messaggio lanciato da Banca Mediolanum in occasione della sua Convention annuale, tenutasi oggi all’Inalpi Arena di Torino. Un evento info-formativo che ha richiesto più di due mesi di organizzazione, coinvolgendo 550 persone e ha chiamato a raccolta oltre 5 mila spettatori tra family banker, top management, dipendenti, ospiti istituzionali, partner, analisti finanziari e giornalisti. Un appuntamento fondamentale per un istituto che da oltre 40 anni si distingue per la sua rete di family banker e che, nel 2023, ha registrato risultati straordinari con un utile netto in crescita del 62% a 822 milioni di euro.

“Il 2023 ci ha visto terzi nella raccolta netta totale all’interno del sistema Assoreti, ma primi nella raccolta netta gestita. Siamo stati primi anche nella crescita netta della rete di consulenti finanziari e primi nella crescita netta dei clienti”, ha ricordato l’amministratore delegato Massimo Doris parlando di una banca “che non si distingue solo in Italia, ma anche in Europa”.

Le convention sono un appuntamento irrinunciabile per Mediolanum. “Sono qualcosa a cui non possiamo rinunciare, perché lasciano un segno indelebile dentro di noi”, ha sottolineato il direttore commerciale Stefano Volpato, dal palco della convention di Banca Mediolanum. “Abbiamo tutti bisogno di sentire l’energia che fluisce, l’energia che sentiamo quando siamo insieme”, ha aggiunto Volpato parlando alle migliaia di family banker dell’istituto, che ha ribattezzato la vera “killer application” di Banca Mediolanum per sbaragliare il mercato del risparmio gestito.

“Oggi siamo qui per pensare al domani”, ha aggiunto Volpato. “Pensarci non è facile, ma è fondamentale, perché quello che oggi siamo disposti a mettere in campo dipende dalla visione che abbiamo di domani”. Un futuro che nasconde un grande pericolo, spesso sottovalutato. Secondo il rapporto Censis 2023, complice una crescente denatalità nei prossimi 25 anni l’Italia si troverà con 9,1 milioni di contribuenti in meno e la spesa sanitaria passerà da 131 a 177 miliardi. Gli attuali redditi, inoltre, non permetteranno a molti di ricevere pensioni adeguate. “Pensare al peggio non aiuta”, ha sottolineato Volpato. “Una soluzione a questo scenario ci sarebbe ed è una delle risorse più importanti che ha questo Paese: il risparmio. Se unissimo lo stock di risparmio, la capacità di risparmiare di noi italiani e una gestione efficiente di questo risparmio, forse potremmo trovare una soluzione a tutti questi problemi”. Quello che manca “terribilmente” è, secondo il direttore commerciale di Banca Mediolanum, la capacità di rendere efficiente il nostro risparmio.

Nel 2011 gli italiani avevano una ricchezza pro-capite pari a 159.600 euro seconda solo a quella degli Stati Uniti (163.900 euro). Nel 2022, mentre la ricchezza pro-capite statunitense cresceva del 150% a 409.800 euro, quella degli italiani è cresciuta solo del 10% a 176.300 euro, sorpassata anche da Francia (213.400 euro) e Germania (211.200). una crescita arenatasi per una limitata esposizione azionaria da parte degli italiani (12,5% vs 42,5% degli statunitensi) e una ridotta ricchezza finanziaria in mano ai consulenti finanziari (17,5% vs 46,8%). Ecco perché il ruolo dei consulenti diventa fondamentale.

Prendiamo per mano l’Italia”, è l’invito di Volpato alla platea di family banker. Un obiettivo che, ha affermato il manager di Banca Mediolanum, non è solo ambizioso, ma anche magico e possibile. “Abbiamo chiaro che non possiamo lasciare indietro nessuno. Non c’è tempo da perdere e dobbiamo farlo a partire da domani”.

Mediolanum Life Planning

Volpato ha ricordato come l’obiettivo di un consulente finanziario Mediolanum non sia quello di fornire l’asset allocation più performante, ma di dare “una risposta definitiva alle fragilità, ai bisogni, ai progetti e ai sogni delle famiglie”. Per farlo la banca ha annunciato uno strumento digitale esclusivo, che sarà messo a disposizione della rete di family banker: Mediolanum Life Planning. Frutto di tre anni di sviluppo, Life Planning aiuterà i family banker a essere ancora più efficaci nell’affiancarsi al cliente in modo costante sia nella gestione e pianificazione del suo risparmio in essere e futuro sia per affrontare al meglio le tappe fondamentali della vita.

“Mio padre Ennio ha sempre voluto che i family banker fossero i ‘medici del risparmio’, che si prendessero cura in modo complessivo dei clienti, potendo disporre di tutte le soluzioni: bancarie, assicurative, previdenziali, finanziarie e creditizie”, ha affermato l’a.d. Massimo Doris. “Oggi aggiungiamo uno strumento di lavoro che rende questa cura ancora più integrata, trasversale e tempestiva nel fare fronte alle sfide di una vita sempre più mutevole. Con Life Planning ora i nostri professionisti dispongono della più moderna e integrata piattaforma per la diagnosi, l’analisi e la conseguente pianificazione del presente e del futuro dei loro clienti”.