Sbarca in Italia l’autobiografia di Marylin Monroe

A quasi 50 anni dalla morte della star più famosa di Hollywood la versione in lingua italiana di “My Story”

Esce in Italia, edita dalla casa editrice Donzelli, l’autobiografia di Norma Jean Baker, per tutti Maryln Monroe. Il progetto dell’opera, pubblicata negli Stati Uniti nel 1974 con il titolo di My Story, nacque nel 1954 quando l’agente della star Charles Feldman decise che i tempi erano maturi per la prima autobiografia di Marylin. L’attrice incontrò quindi Ben Hecht, sceneggiatore di Hollywood molto in voga all’epoca, e i due iniziano a costruire il racconto della vita della star.L’infanzia negata, le prime esperienze sessuali, la contraddittoria consapevolezza della propria bellezza, l’ingresso a Hollywood, il matrimonio con Joe Di Maggio e il tour in Corea in visita alle truppe americane sono i punti cardini della narrazione che, nata probabilmente come pura e semplice trovata pubblicitaria, è capace ancora oggi di alimentare il mito di Marylin Monroe.Come dichiarato da Hecht in più di un’occasione l’attrice aveva trasformato se stessa in un vero e proprio personaggio e quindi è difficile distinguere tra realtà e finzione in quello che la diva raccontò.A corredo del racconto, l’edizione italiana di My Story contiene gli scatti realizzati, fra il 1953 e il 1957, dal fotografo Milton Greene, che di Marilyn è stato amico fraterno. Accanto alle foto di scena sul set di alcuni dei suoi più celebri film, scorrono in queste pagine immagini di una Marilyn meno conosciuta, che si diverte a giocare con l’obiettivo.

© Riproduzione riservata