Italia, il calcio pesa per 100 milioni di euro

L’interrogazione del parlamentare Fabio Rampelli chiede di far luce sui contributi diretti e indiretti dello Stato per il mondo del pallone

Chiedere un contributo alle società di calcio per le spese che gravano ogni anno sullo Stato a causa del campionato di Serie A. Con questa intenzione il capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia, Fabio Rampelli, ha chiesto al governo, attraverso un’interrogazione parlamentare, di far luce sul reale ammontare dell’impegno economico del calcio per lo Stato. Il quotidiano la Repubblica parla di un costo di circa 100 milioni di euro che comprende anche i danni alle Fs, gli straordinari delle forze di Polizia, gli arresti, i processi e l’assistenza ai feriti nel corso delle partite, soprattutto dei campionati minori dove gli episodi di violenza sono spesso ripetuti. A queste spese vanno aggiunte anche quelle di Comuni, che devono far fronte agli straordinari legati al potenziamento del trasporto locale e alla raccolta dei rifiuti dopo gli eventi.

© Riproduzione riservata