Golf, PGA Championship, decretato il taglio a +4, passano i tre giocatori italiani

Due leader a-5, grande escluso Tiger Woods a +10

Dopo i primi due giorni di gara il prestigioso torneo PGA Championship ha decretato la classifica dei giocatori che hanno superato il taglio e accedono ai due giorni di competizione finale. I punteggi che abbiamo visto in questi due giorni fanno dire che tutti i golfisti che accedono al weekend di gara hanno una chance per potersi aggiudicare la vittoria. In testa alla classifica due giocatori americani, con il punteggio di 135 colpi, cinque sotto il par, sono Jason Dufner (70-65) e Keegan Bradley (71-64).In terza posizione con 136 colpi troviamo D.A. Points (69-67), John Senden (68-68),  Jim Furyk (71-65), Scott Verplank (67-69). 

I nostri giocatori, i fratelli Molinari e Matteo Manassero passano tutti il taglio, con una seconda giornata che ha visto alterne fortune. Matteo Manassero è trentanovesimo in classifica, ha uno score di 142 colpi, due sopra il par, ottenuti con 68 nella prima giornata e 74 venerdì. Matteo ha giocato le prime undici buche tutte in par, poi ha segnato bogey alla buca 12, par alla 13 e birdie al par quattro della buca 14, bogey alla 15 e par alle buche 16 e 17. Alla buca 18, un par quattro dove nella giornata di giovedì Matteo aveva già chiuso con bogey, ieri ha marcato sette colpi, triplo bogey. 35 colpi sulle prime nove buche e 39 sulle seconde, totale di 74 colpi, quattro sopra il par.Francesco Molinari è in 53esima posizione con 143 colpi, tre sopra il par. Il punteggio di Francesco è stato di 72 colpi giovedì e 71 venerdì: sulle prime nove buche ha giocato tre bogey, cinque par e un birdie, punteggio di 37 colpi due sopra il par; sulle seconde nove buche ha realizzato otto par e un birdie, 34 colpi, uno sotto il par. Totale di giornata 71 colpi, uno sopra il par.Edoardo Molinari, con un totale di 144 colpi è in 62esima posizione, 75 colpi realizzati giovedì e 69 nel secondo giro. Venerdì Edoardo ha giocato un bogey, sei par e due birdie sulle prime nove buche; un bogey, sette par e un birdie sulle seconde nove buche.

Il taglio è stato deciso a +4 e sono molti i grandi nomi che non accedono ai due giri finali: Martin Kaymer (145/72-73), Jason Day (145/71-74), Angel Cabrera (145/72-73), Ernie Els (146/72-76), Tiger Woods (150/77-73), Graeme McDowell (152/74-78), John Daly (153/77-76), Darren Clarke (154/78-76), Jose Maria Olazabal (156/78-78).

© Riproduzione riservata