Golf, Open de Espana 2013 passano il taglio Edoardo Molinari, Matteo Manassero e Matteo Delpodio

Francesco Molinari deve lasciare il torneo penalizzato da forti dolori intercostali

All’Open de Espana 2013 saranno 73 i giocatori che continueranno il torneo di golf per le trentasei buche dei due giorni finali. Il percorso del Parador el Saler si sta dimostrando molto impegnativo, i leader sono solo cinque colpi sotto il par dopo trentasei buche, e, soprattutto i giocatori che sono scesi in campo oggi pomeriggio, hanno trovato i green estremamente difficili da interpretare, alcuni durissimi e sui quali era impossibile fermare l’approccio, altri spugnosi e poco lisci sui quali le palle saltellavano invece rotolare.

In testa all’Open de Espana 2013 ci sono tre giocatori con lo score di 139 colpi: lo svedese Rikard Karlberg 72-67), il cileno Felipe Aguilar (68-71) e il francese Raphael Jacquelin (73-66).

In quarta posizione, con lo score di 140 colpi, ci sono gli scozzesi Marc Warren (70-70) e Craig Lee (69-71), i danesi Morten Orum Madsen (68-72 e Andreas Harto (73-67), l’inglese Eddie Pepperell (70-70) e l’americano Peter Uihlein (70-70).

Il primo dei giocatori italiani in classifica è Matteo Delpodio, quattordicesimo, 142 colpi, due sotto il par (73-69). Segue Edoardo Molinari, ventiduesimo in classifica, 143 colpi, uno sotto il par. Edoardo ha giocato 70 nella prima giornata e 73 oggi. Edoardo Molinari è sceso in campo per le seconde diciotto buche nel pomeriggio e come molti altri giocatori ha avuto parecchie difficoltà.

Matteo Manassero, 61°, passa il taglio con il punteggio di 146 colpi, due sopra il par, esattamente la linea di definizione che separa i giocatori che restano in gara. Matteo Manassero che compie oggi 20 anni, ha giocato le prime diciotto buche in 78 colpi, le seconde diciotto in 68 colpi.

Restano fuori dal taglio Lorenzo Gagli, Francesco Molinari e Alessandro Tadini.

Lorenzo Gagli ha terminato l’Open de Espana in 148 colpi (78-70), quattro sopra il par. Alessandro Tadini ha terminato in 151 colpi, 75-76.

Francesco Molinari ha giocato per rendere onore al torneo (è stato il vincitore della scorsa edizione) nonostante un fortissimo dolore alle costole e allo sterno, martedi era intenzionato a lasciare dopo che non era riuscito a giocare in pratica e nel giro di prova a causa del dolore. Ma la sua serietà e un po’ di cure mediche l’hanno messo in condizione di partire per la gara. Purtroppo le condizioni fisiche hanno penalizzato il punteggio di Francesco Molinari che non ha preso molti fairway e non è stato preciso con gli approcci. Il suo score è stato di 151 colpi, 75 sulle prime diciotto buche e 76 sulle seconde diciotto.

© Riproduzione riservata