Connettiti con noi

Lavoro

Terremoto Iliad sulla telefonia mobile: offre mille posti di lavoro in Italia

L’azienda di telefonia mobile ha aperto le prime posizioni nel nostro Paese dove punta a investire un miliardo di euro. E cambiare radicalmente un settore ormai seduto

Iliad apre le prime posizioni in Italia. L’azienda di telefonia mobile, infatti, sbarcherà nel nostro Paese «non prima della fine dell’anno» ma con un piano ambizioso: «Investimenti superiori a un miliardo di euro e un migliaio di posti di lavoro» ha dichiarato il Ceo, Maxime Lombardin, durante la conferenza stampa tenutasi per presentare i risultati semestrali dell’azienda, in merito ai progetti di crescita nel nostro Paese. Presto saranno annunciati i 7 top manager della divisione tricolore dell’operatore ho.mobile (questo dovrebbe essere il nome commerciale).

TERREMOTO NELLA TELEFONIA: ARRIVA ILIAD CON MILLE POSTI DI LAVORO

La campagna di recruiting per selezionare il nuovo team italiano di Iliad è già aperta (ecco le prime posizioni aperte), mentre il settore ormai sedimentato su quote di mercato abbastanza fisse si prepara a un terremoto. Nemmeno la fusione tra H3G e Wind ha scosso la situazione, anzi, ha contribuito a mantenere l’equilibrio con i player principali (Tim e Vodafone). Però ha fatto spazio al nuovo operatore mobile che sfrutterà parte degli asset ceduti proprio da Wind 3 per ordine della Commissione Europea (oltre ad un accordo di roaming sulla stessa rete per 5 anni, rinnovabile di ulteriori 5) e utlizzerà, in roaming, sia la rete 3G che 4G e poi la futura rete 5G.

Il gruppo francese dell’imprenditore Xavier Niel ritiene l’Italia «un mercato attrattivo con alti ricavi nel mobile, dove si può costruire un modello a costi contenuti, che consenta alta flessibilità».

Credits Images:

Xavier Niel, fondatore del gruppo Iliad