Connettiti con noi

Lavoro

Microsoft licenzia 1000 dipendenti nel mondo (ma non è l’unica big tech Usa)

La società di Redmond riduce l’organico in diverse divisioni. Il taglio ha interessato meno dell’1% della forza lavoro all’interno del gruppo

Circa mille dipendenti in meno per Microsoft. Secondo quanto riportato dalla testata americana Axios – notizia poi ripresa dalle principali agenzia di stampa statunitensi – la società di Redmond ha ridotto il proprio organico licenziando poco meno dell’1% della propria forza lavoro totale nel mondo, che al 30 giugno era pari a 221 mila dipendenti.

“Come tutte le aziende, valutiamo regolarmente le nostre priorità e apportiamo di conseguenza adeguamenti strutturali”, ha affermato un portavoce di Microsoft. “Continueremo a investire nella nostra attività e ad assumere in aree chiave di crescita nel prossimo anno”. I circa 1000 fanno di Microsoft solo l’ultima azienda tecnologica Usa in ordine di tempo a ridurre la propria forza lavoro o a rallentare le assunzioni a causa del rallentamento economico globale.

Diverse società, tra cui Meta Platforms, Twitter e Snap hanno tagliato posti di lavoro e ridotto le assunzioni negli ultimi mesi.