Connettiti con noi

Lavoro

Le 15 aziende in Italia con i migliori ambienti di lavoro per i Millennial

Annunciata la speciale classifica di Great Place to Work, realizzata con il contributo dei dipendenti. Al primo posto? Una società di amministrazione del personale

Niente Google, Apple o Ferrari, ma Zeta Service, Nutricia e American Express. È questo il podio dei migliori ambienti di lavoro in Italia per la generazione dei Millennial, una speciale classifica di Great Place to Work – società che certifica i migliori ambienti di lavoro nel mondo – frutto del feedback fornito tramite questionario dagli oltre 10 mila Millennial dipendenti delle aziende partecipanti.

Best Workplaces for Millennials 2018: la classifica
  1. Zeta Service

  2. Nutricia Italia

  3. American Express Italia

  4. Kiabi Italia

  5. Mars Italia

  6. Hilton

  7. iConsulting

  8. ConTe.it

  9. Servizi Cgn

  10. Mercedes-Benz Financial Services

  11. The Adecco Group

  12. AbbVie

  13. Eli Lilly Italia

  14. Amgen

  15. Sas

La prima volta di Sas tra i Millennial

A entrare per la prima volta nella classifica Best Workplaces for Millennials c’è la statunitense Sas. Secondo il parere espresso dai suoi dipendenti italiani nati tra il 1980 e il 2000, i più giovani sono attratti da Sas per la sua cultura verso le persone, che si basa sull’equilibrio tra lo sviluppo professionale e la vita privata. Questa azienda, infatti, si impegna costantemente a promuovere e incoraggiare la crescita delle persone. I giovani professionisti hanno numerose opportunità per sviluppare networking e percorso professionale, grazie a giornate di formazione dedicate alle soft e hard skill e i momenti di incontro con esperti, professionisti e leader di pensiero.

Oltre alle tante attività dedicate alla crescita professionale, Sas ha una grande attenzione verso tutte le attività che permettono il work life balance. Viene infatti promosso lo smart working a tutti i livelli, in azienda è presente il “maggiordomo aziendale”: una persona di fiducia che si incarica di svolgere quelle attività piccole, ma molto time-consuming, come passare in lavanderia o far duplicare un mazzo di chiavi. E poi una grande attenzione a tutta l’area salute e benessere: palestra aziendale completa di attrezzature all’avanguardia per ogni tipo di attività, gruppi di corsa, corsi di yoga e pilates e un personal trainer sempre disponibile.

Il piano di Flexible Benefit rappresenta poi l’offerta di strumenti e servizi di natura non monetaria ma tangibili che l’azienda mette a disposizione dei dipendenti on top alla retribuzione fissa e variabile. Ogni dipendente è libero di gestire il proprio budget tramite portale dedicato, potendo scegliere tra tante opzioni disponibili quelli più interessanti: corsi di cucina, viaggi, esperienze, pacchetti benessere o supporto per mutui e finanziamenti.

Credits Images:

Photo by rawpixel on Unsplash