Nec Showcase 2014, in mostra il futuro dell’immagine

Le numerose offerte verticali presentate dall’azienda giapponese per rispondere alla crescente domanda di soluzioni dedicate alla comunicazione visiva

È una vera e propria visione del futuro quella che arriva dall’ultima edizione del Nec Showcase di Milano, l’appuntamento annuale con cui la giapponese Nec ha presentato a stampa e clienti la sua ampia offerta per il nuovo anno. All’evento, tenutosi lo scorso 5 novembre, non sono mancati singoli prodotti di nuova generazione come display multi-touch da 80 pollici, schermi da 98” con risoluzione 4K o proiettori in grado di riprodurre l’immagine in ogni direzione; nel corso dello Showcase, tuttavia, si è puntato soprattutto sulle capacità dell’azienda di fornire soluzioni integrate. L’evento organizzato da Nec è stato anche l’occasione per fare alcune riflessioni sui nuovi scenari di mercato che si vanno delineando; la comunicazione visiva, ormai, permea il nostro mondo: dalla scuola al laboratorio medico, dalla stazione o aeroporto alla sala conferenze, dal fast-food al negozio di alta moda. Un universo dove l’immagine ha sempre più importanza. Nel corso del suo intervento Antonio Zulianello, General Manager di Nec Display Solutions Italia, ha sottolineato il buon momento per il settore che, nonostante la crisi economica, è in netta crescita con un passaggio dalle 15 mila unità vendute nel 2010 alle 54 mila previste per il 2016. Nel corso dello Showcase è stata presentata un’area espositiva con 12 scenari diversi, nel quale sono state mostrate le numerose soluzioni verticali per i vari ambiti offerte da Nec. “Quello che abbiamo fatto – ha spiegato Zulianello – è stato creare degli scenari differenti, che abbracciano un po’ tutte le nostre aree di business: dalla control room, all’education, alla videoconferenza, all’ambito museale e oltre, per consentire ai visitatori di toccare con mano quelle che sono le soluzioni e le risoluzioni che noi proponiamo alle loro esigenze.

FOTO – Le applicazioni dei dispositivi Nec, settore per settore

© Riproduzione riservata