Apple Pay Later: stop al servizio negli Usa

Apple Pay Later: stop al servizio negli UsaShutterstock

Apple Pay Later non offre più nuovi prestiti”. Il laconico messaggio appare sull’apposita pagina dell’assistenza dedicata al servizio di Apple, che specifica come lo stop non riguardi i prestiti e gli acquisti Apple Pay Later già attivi.

L’esperienza del buy now pay later targato Apple, implementato qualche mese fa negli Stati Uniti d’America e non ancora presente in Europa, si è già conclusa. L’azienda di Cupertino avrebbe intenzione, infatti, di concentrare i suoi sforzi su un nuovo servizio di prestito rateale offerto tramite carte di credito e debito di terze parti, sempre sotto l’ombrello di Apple Pay, il software di pagamento contactless e online dell’azienda.

“A partire dalla fine dell’anno, gli utenti di tutto il mondo potranno accedere ai prestiti rateali offerti tramite carte di credito e debito, nonché istituti di credito, quando effettuano il check-out con Apple Pay”, ha dichiarato un portavoce di Apple. “Con l’introduzione di questa nuova offerta globale di prestito rateale, non offriremo più Apple Pay Later negli Stati Uniti”.

Nel frattempo, secondo il Financial Times, c’è un accordo in dirittura d’arrivo fra Apple e la Commissione dell’Unione Europea che indaga proprio su Apple Pay per violazione della legge sulla concorrenza. Cupertino eviterà grosse sanzioni grazie a concessioni ai rivali sul mercato della tecnologia contactless.

© Riproduzione riservata