Connettiti con noi

Business

Twitter il canale online leader per le aziende

Le società internazionali utilizzano sempre più i social network per comunicare con gli utenti. E tra cinguettii, post e video vengono menzionate oltre dieci milioni di volte al mese

È Twitter il canale online leader per le aziende: l’82% delle 100 società del ranking Fortune hanno infatti almeno un account su questa piattaforma e ciascuna viene citata (@mention) in media 55,970 volte al mese. La presenza delle aziende sui social network non si limita ai ‘cinguettii’ ma coinvolge tutti i principali social media, da Facebook a YouTube passando per il nuovo Google Plus e raccoglie oltre dieci milioni di menzioni al mese. Con oltre 5,5 milioni di menzioni Twitter, tuttavia, resta il canale preferito dagli utenti per entrare in comunicazione diretta con le aziende.L’87% delle 100 società selezionate da Fortune – secondo quanto emerge dalla 3a edizione dell’indagine Global Social Media Check-up, condotta da Burson-Marsteller in collaborazione con Visible Technologies – utilizza almeno una delle principali piattaforme social per comunicare online anche con i propri stakeholder e, in media, conta più account aperti per ogni piattaforma: 10,1 account Twitter, 10,4 pagine Facebook, 8,1 canali YouTube e 2,6 pagine Google Plus.In particolare, l’82% delle aziende prese in esame ha almeno un account Twitter, il 74% una pagina Facebook, il 79% utilizza un proprio canale YouTube (nel 2011 era solamente il 57%) mentre il 48% è già presente sul più recente Google Plus.La presenza delle società sui social network piace molto anche ai consumatori: il numero di follower sugli account corporate Twitter è quasi triplicato rispetto al 2011 – passando da una media di 5,076 a 14,709 – mentre su Facebook il numero medio di ‘like’ per company page è aumentato del 275% rispetto al 2010 – registrando nel 2012 in media 152,646 like – e ogni pagina corporate ha una media di 6,101 utenti interattivi. Oltre ai tweet e ai post, anche i video stanno diventando una delle modalità preferite di interazione tra aziende e utenti: la più grande crescita di sempre coinvolge il canale YouTube, con un +39% di società che – rispetto allo scorso anno – possiedono un account dedicato al proprio marchio. Addio lettere quindi, ora la comunicazione passa attraverso contenuti multimediali.