Netflix, 17 milioni gli abbonati internazionali entro la fine dell’anno

I lanci di settembre in sei Paesi europei galvanizzano i risultati

Saranno 17 milioni gli abbonati internazionali a Netflix entro la fine dell’anno. La stima è di Digital Tv Research e si basa sui risultati ottenuti al settembre 2014 dell’operatore vod.

I dati, infatti, sono incrementati grazie ai lanci in sei Paesi europei che hanno portato la quota di clienti internazionali a 14,4 milioni (cui si aggiungono i 1,4 milioni non paganti in quanto usufruiscono dei servizi di prova), mentre gli abbonati Usa ammontano a 32,3 milioni.

AREA PER AREA. In particolare, in Canada risultano, al 30 settembre 2014, 3,47 milioni di abbonati (3,18 milioni a dicembre 2013). In America Latina (dove il servizio vod ha inserito metodi di pagamento più semplici come le tessere prepagate per compensare la scarsa diffusione di carte di credito o pagamenti elettronici) gli abbonati sono passati da 2,84 milioni a 4,85 milioni.

In Uk e Irlanda gli abbonati sono a quota 3,04 milioni (da 2,4 milioni); mentre i Paesi nord europei sono arrivati a quota 2 milioni (da 1,1 milioni) con 70 mila clienti nei Paesi Bassi, 30 mila in Belgio, 10 mila in Lussemburgo, 100 mila in Francia, 125 mila in Germania, 30 mila in Austria e 25 mila in Svizzera.

I prossimi obiettivi del servizio ott (che ha recentemente lanciato la sua ultima produzione originale, Marco Polo), sono l’Australia e la Nuova Zelanda, dove dovrebbe approdare a marzo.

© Riproduzione riservata