Nestlé al top, in calo Barilla e Ferrero: i 100 brand del food a maggior valore

Pubblicata la classifica Food 100 2023 di Brand Finance, che ordina i marchi alimentari per valore economico generato dall’immagine e dalla reputazione. Solo quattro i brand italiani in classifica

Nestlé Food 100 2023Photo by Harold Cunningham/Getty Images

La svizzera Nestlé, la cinese Yili e l’americana Lays. Sono questi i tre brand del food che valgono di più al mondo. È quanto emerge dalla Food 100 2023, nuova edizione della classifica di Brand Finance che ordina 100 marchi alimentari per valore economico generato dall’immagine e dalla reputazione. Solo quattro marchi italiani sono presenti in classifica – il brand Barilla e tre della “galassia” Ferrero – mentre Amadori, Galbani, Parmalat e Fratelli Beretta restano appena fuori dalla Top 100.

La Food 100 2023 di Brand Finance

La classifica è dominata dai brand globali americani, cinesi, svizzeri ed europei che hanno la possibilità di sfruttare l’immagine e la reputazione per favorire le vendite in molti Paesi nel mondo. Il rafforzamento del dollaro del 2022 ha penalizzato le performance in classifica dei brand che non redigono i bilanci in dollari come, ad esempio, i brand di Cina, Svizzera e Italia a favore dei brand Usa, che complessivamente pesano il 42% del valore dell’intera classifica 2023.

Il valore economico generato dall’immagine e dalla reputazione dei 100 principali brand alimentari del mondo, fissato al 1° gennaio 2023, è aumentato mediamente del 10% rispetto allo scorso. Si tratta di un’ottima performance tenendo conto che mediamente nello stesso periodo il valore delle imprese food quotate è diminuito del 25% e che mediamente i principali marchi del mondo presenti nella Brand Finance Global 500 2023 hanno perso l’1% del valore, soprattutto a causa delle cattive performance dei brand tecnologici.

Nestlé Food 100 2023

Le prime 10 posizioni della Food 100 2023 di Brand Finance

Quanto vale il marchio Nestlé 

Nestlé, grazie a un incremento dell’8% anno su anno, raggiunge il valore di 22,4 miliardi di dollari e si conferma il marchio alimentare di maggiore valore al mondo. L’incremento del valore di Nestlé è dovuto soprattutto alle migliorate prospettive di fatturato di questo brand che dal 2014 ha un brand estremamente forte, con punteggi – che indicano la forza con cui il brand attrae e influenza le scelte dei consumatori – compresi tra 87 e 82 su 100.

Barilla e Ferrero le uniche società italiane in classifica

Barilla e Ferrero sono le uniche due società italiane presenti nella Brand Finance Food 100 2023 sia per la forza con cui influenzano i consumatori sia per la distribuzione globale dei relativi marchi che favorisce il volume dei fatturati.

Complessivamente i marchi del gruppo Barilla valgono 3,9 miliardi di dollari; il brand Barilla perde due posizioni in classifica scendendo così al 16° posto in seguito a un incremento di valore inferiore alla media, dovuto in parte al cambio sfavorevole con il dollaro.

I brand Kinder (2,5 miliardi di dollari) al 35°, Nutella (1,7 miliardi) al 59° e Ferrero Rocher al 72°(1,3 miliardi) – con un valore complessivo pari a 5,5 miliardi di dollari – perdono rispettivamente 12, 13 e 22 posizioni nel report 2023. La perdita è dovuta in parte al cambio sfavorevole e in parte a un leggero indebolimento dei tre brand italiani.

Coca-Cola prima tra le bevande non alcoliche

Il report include anche la classifica dei 25 marchi delle bevande non alcoliche di maggiore valore, guidata anche quest’anno da Coca-Cola con un valore pari a 33,5 miliardi di dollari. Nella stessa classifica troviamo anche Lavazza al 19° posto con valore pari a 1,4 miliardi e San Pellegrino al 25° con un valore di 800 milioni di dollari.

© Riproduzione riservata