Fusione tra Omnicom e Publicis

Nasce la più grande multinazionale mondiale della pubblicità con un giro d’affari di oltre 17 miliardi di euro

Omnicom Group Inc. e Publicis Groupe SA hanno firmato un accordo per la fusione tra i due gruppi, dando origine alla più grande holding mondiale operativa nella comunicazione, pubblicità, marketing e digital, ancora più grande di Wpp, riunendo sotto lo stesso tetto agenzie come Saatchi & Saatchi, Leo Burnett, Tbwa e ZenithOptimedia. La nuova società, Publicis Omnicom Group, avrà un giro d’affari complessivo di 17,7 miliardi di euro, 130 mila dipendenti e base in Olanda, mentre i quartier generali operativi manterranno le sedi di Parigi e New York. Gli azionisti di ciascuna azienda avranno il 50% del nuovo colosso; per i primi 30 mesi, il gruppo avrà due amministratori delegati, John Wren, ceo di Omnicom, e Maurice Lévy, chairman e ceo numero uno di Publicis. In seguito, Lévy diventerà non-Executive Chairman, mentre Wren manterrà la carica di Ceo. Il board sarà composto da 16 membri (i due co-Ceo, sette non-executive director Omnicom e altrettanti di Publicis). Per il primo anno Bruce Crawford, chairman di Omnicom, sarà non-executive chairman della nuova società; il secondo anno gli succederà, come non-executive president, Elisabeth Badinter, oggi presidente del Supervisory Board di Publicis Groupe. L’operazione si concluderà definitivamente entro il primo trimestre del 2014 dopo le autorizzazioni dell’Antitrust.

© Riproduzione riservata