EssilorLuxottica: le azioni fruttano 3,95 euro. Il cda conferma Milleri

La multinazionale dell’eyewear archivia il 2023 con un fatturato in crescita del 3,7% a quota 25,395 miliardi di euro

EssilorLuxottica azioni

Cresce ancora il volume d’affari di EssilorLuxottica. La multinazionale dell’eyewear ha chiuso il 2023 con ricavi in crescita del 3,7% a cambi correnti a 25,395 miliardi di euro. Buone notizie anche per chi possiede azioni del Gruppo: Il Cda di EssilorLuxottica ha infatti proposto un dividendo a 3,95 euro per azione, in aumento del 22% rispetto al 2022.

Proposta che sarà portata all’assemblea il prossimo 30 aprile, quando gli azionisti dovranno votare anche sul nuovo Consiglio di amministrazione. Si va verso la conferma di tutti i membri, sempre sotto la guida del presidente e Ceo Francesco Milleri e del vice amministratore delegato Paul du Saillant.

“Manteniamo una redditività forte, con un utile netto di gruppo record vicino ai 3 miliardi di euro e un free cash flow a 2,4 miliardi”, hanno commentato i due top manager. “È stato anche un anno di importanti investimenti, con il consolidamento di nuove categorie di prodotto, da Stellest nella miopia a Ray-Ban Meta nei dispositivi indossabili, l’ampliamento del portafoglio marchi con brand iconici come Moncler e Jimmy Choo, l’integrazione dell’intelligenza artificiale e della business intelligence, l’espansione del nostro network produttivo e il rafforzamento della rete retail a livello globale. Tutto questo contribuirà all’evoluzione del nostro Gruppo e alla trasformazione del settore nel prossimo decennio”.

Per quanto concerne le prospettive future, EssilorLuxottica “conferma il proprio obiettivo di crescita del fatturato annuo mid-single-digit dal 2022 al 2026 a cambi costanti (sulla base dei ricavi pro forma del 2021) e prevede di raggiungere un utile operativo adjusted compreso tra il 19 e il 20% del fatturato entro la fine di tale periodo”.

© Riproduzione riservata