Connettiti con noi

Business

Incentivi, fino a 5 mila euro per l’acquisto di un’auto elettrica

A settembre il Parlamento potrebbe approvare una legge per il finanziamento delle auto elettriche. I fondi saranno disponibili attraverso una tassa di 1,5 centesimi sulle bottiglie in plastica

Accordo bipartisan tra maggioranza e opposizione per un progetto di legge che potrebbe dare slancio alla diffusione dei veicoli elettrici in Italia, ora mestamente fermi a un modestissimo 0,2% di quota di mercato. Il testo, adottato dalle commissioni Trasporti e Attività produttive della Camera prevede incentivi fino a 5 mila euro per l’acquisto di un’auto elettrica pura (non ibrida, ma spinta solo da un motore elettrico). Il testo, considerato il largo consenso, potrebbe essere approvato già alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva, e prevede un incentivo fino a 5 mila euro per le auto acquistate entro il 2012. L’incentivo scende quindi a tremila euro per il 2013, duemila per il 2014, fino a mille euro nel 2015. I fondi disponibili sono nell’ordine di 34,6 milioni per quest’anno, di 45 milioni per il 2012, di 35 milioni per il 2013, di 30,4 milioni per il 2014 e di 19,8 milioni per il 2015. La copertura degli oneri della “riconversione elettrica”, sarà ricavata da una tassa di un centesimo e mezzo di euro per ogni bottiglia di plastica venduta al pubblico.Il testo non si limita agli incentivi all’acquisto, ma disegna, su tutto il territorio nazionale, le reti di ricarica a servizio dei veicoli alimentati ad energia elettrica. La nuova legge punta a sostutire con vetture totalmente elettriche almeno il 10% del parco auto circolante in Italia (circa 42 milioni di veicoli).

Credits Images:

L'Opel Ampera, un'auto completamente elettrica in arrivo nel 2012