Dall’Agenzia delle Entrate una lettera convincente

Redditi dichiarati troppo bassi per lo stile di vita di 300 mila contribuenti che, dopo la segnalazione del Fisco, hanno dichiarato complessivamente oltre 630 milioni di euro in più nell’arco di 12 mesi

Hanno fruttato oltre 630 milioni di euro in più le 300 mila lettere inviate dall’Agenzia delle Entrate ad altrettanti contribuenti che, sulla base di quanto dichiarato, stavano conducendo uno stile di vita troppo elevato. L’Agenzia, infatti, ha appena comunicato i risultati dell’operazione di persuasione nei confronti di quegli italiani che presentavano spese non compatibili con quanto dichiarato (non solo acquisti di lusso, ma anche contributi previdenziali per collaboratori domestici, mutui e tasse scolastiche): 255.932 dichiarazioni rese quest’anno dagli stessi soggetti (Unico o 730 2012 sui redditi 2011) registrano un aumento dei redditi dichiarati pari a 633.805.176 euro: da 6.742.865.717 nel 2011 a 7.376.670.893 euro nel 2012. La stessa operazione era stata effettuata lo scorso anno: 50 mila lettere sui redditi del 2009 e del 2010, che hanno già fruttato alle casse del fisco circa 130 milioni di euro di imposte: i 75.291.799 euro dichiarati da 32.000 contribuenti per l’anno 2009, nel 2010 sono quasi quadruplicati (263.084.834 euro) e nel 2011 sono saliti a 336.037.401 euro, ovvero 260.745.602 euro di redditi dichiarati in più.

© Riproduzione riservata