Drivalia cresce in Europa: acquisite attività da Ald Automtive e Leaseplan

La società la società di noleggio e mobilità del gruppo CA Auto Bank approda in altri quattro Paesi europei, acquisendo un totale di 70 mila veicoli circa 430 dipendenti

Paolo-Manfreddi-Drivalia

Drivalia ha annunciato di aver acquisito le attività di Ald Automotive in Irlanda e Norvegia e di Leaseplan in Finlandia e Repubblica Ceca. A seguito di questa operazione, approvata dalla Commissione europea, la società di noleggio e mobilità del gruppo CA Auto Bank (controllato Crédit Agricole), approda in altri quattro Paesi europei, acquisendo un totale di 70 mila veicoli e circa 430 dipendenti.

L’acquisizione, si precisa in una nota, permette a Drivalia di allargare il proprio perimetro europeo 13 mercati. Le nuove società saranno guidate da Dag Fraurud in Norvegia, David Wilkinson in Irlanda, Martin Brix in Repubblica Ceca e Petteri Pihlas in Finlandia. “Lavoreremo per consolidare e migliorare la qualità dei servizi offerti e il livello di soddisfazione dei clienti, grazie all’unione del grande know-how dei nuovi team e del nostro”, ha commentato il Ceo di Drivalia, Paolo Manfreddi. “La nostra strategia, basata sull’essere un operatore indipendente e multibrand all’interno di un Gruppo con quasi 100 anni di esperienza, ci permette di proporre le migliori soluzioni di mobilità disponibili sul mercato”.

Al momento, l’offerta dell’azienda nei quattro nuovi Paesi si concentrerà inizialmente sul noleggio a lungo termine. In futuro, verrà ampliata gradualmente fino a comprendere il car sharing elettrico, abbonamenti all’auto e noleggi di tutte le durate. A seguito delle attività di rebranding, le quattro nuove società entreranno a far parte del mondo di Crédit Agricole, il decimo gruppo bancario al mondo, con una presenza in 46 Paesi e oltre 53 milioni di clienti.

“Siamo lieti e orgogliosi di dare il benvenuto ai nuovi team nella nostra grande famiglia”, ha aggiunto Giacomo Carelli, Ceo di CA Auto Bank e Presidente di Drivalia. “Con il lancio delle nuove società in Irlanda, Norvegia, Finlandia e Repubblica Ceca, ci avviciniamo sempre più all’obiettivo di diventare un top player paneuropeo della mobilità del domani”.

© Riproduzione riservata