Connettiti con noi

Business

Carlo Pignatelli cede la sua azienda di abiti da cerimonia

Il fondatore dell’azienda resterà azionista di minoranza. Gli imprenditori Francesco Gianfala e Riccardo Di Battista nominato Alessandro Rossi nuovo a.d. e puntano al rilancio del brand

Carlo Pignatelli azienda Credits: Photo by Estrop/Getty Images

Nuova proprietà per la celebre azienda di abiti da cerimonia Carlo Pignatelli. L’omonimo sarto e imprenditore, che ha fondato la sua società a Torino diventando un punto di riferimento per gli abiti sartoriali, ha ceduto la maggioranza a Francesco Gianfala e a Riccardo Di Battista, due imprenditori che hanno deciso di rilanciare l’azienda attraverso la holding GD.

Il fondatore resterà all’interno della Carlo Pignatelli come socio di minoranza, ma anche come “fonte inesauribile di creatività e come brand ambassador nel mondo”, spiega al Corriere della Sera Francesco Gianfala. Per ridare lustro a un’azienda pesantemente fiaccata dalla pandemia e da un’industria delle nozze che in Italia deve farei i conti con il costante calo dei matrimoni, la nuova proprietà punta all’estero.

“Il brand Carlo Pignatelli tornerà leader in Italia ma deve guardare soprattutto all’estero, Asia e Middle East e non solo ai matrimoni ma alle cerimonie”, ha affermato il nuovo a.d. Alessandro Rossi, parlando delle “enormi opportunità in India, in Cina come in Sud America”. L’obiettivo della nuova proprietà, che debutterà il prossimo 19 maggio in occasione del Fashion Show in programma alla Reggia di Venaria, è di trovare un socio per programmare nel nuovo piano industriale una crescita sui mercati internazionali, dal Sud America alle Far East.

Non chiamatemi stilista. Intervista a Carlo Pignatelli