Connettiti con noi

Business

Brembo: nel 2023 3,8 miliardi di fatturato e utile netto oltre i 300 milioni

L’obiettivo fissato per il 2024 è consolidare l’ampliamento dei ricavi, con la prospettiva di raggiungere e magari oltrepassare il traguardo dei 4 miliardi di euro

Matteo-Tiraboschi-Brembo fatturato Il presidente esecutivo di Brembo, Matteo Tiraboschi

Brembo, produttore di sistemi frenanti per la mobilità, ha chiuso il 2023 registrando un massimo storico nelle vendite per un fatturato a 3,84 miliardi di euro (+6,1%). Se l’Ebitda è aumentato del 6,5% a 665,8 milioni, l’utile netto per la prima volta ha superato i 300 milioni (305 milioni, in crescita del 4,2%).

Ora la società guarda al 2024 con ulteriori previsioni di crescita. La prospettiva infatti è quella di rafforzare l’estensione dei ricavi mid-single digit, con l’intenzione di raggiungere o andare oltre la soglia dei 4 miliardi. “L’obiettivo è questo, puntiamo a proseguire in questo percorso di crescita”, ha confermato il presidente esecutivo Matteo Tiraboschi. “È sempre difficile fare previsioni esatte a poche settimane dall’inizio dell’anno, tuttavia tutti i nostri mercati di riferimento hanno avuto un avvio positivo, il portafoglio ordini è robusto e questo ci conforta. La prudenza, però resta d’obbligo”.

I bilanci delle aziende

Come riportato dal Sole 24 Ore, Brembo ha proposto un dividendo di 0,30 euro per azione in pagamento il 22 maggio: “In termini assoluti”, ha aggiunto Tiraboschi, “si tratta di uno dei risultati più alti nella storia del Gruppo. Abbiamo registrato un’ottima generazione di cassa e ulteriormente ridotto l’indebitamento. Il livello degli investimenti è senza precedenti, superando i 430 milioni. Siamo entrati nel nuovo anno annunciando il nostro primo sito produttivo in Thailandia per cogliere opportunità di crescita nel Sud-est asiatico. Parallelamente, prosegue l’evoluzione digitale dell’azienda con lo sviluppo del sistema frenante intelligente Sensify e le attività di Brembo Solutions, lanciata nel 2023 per fornire soluzioni di AI”.

Nel frattempo, Brembo ha annunciato che fornirà anche quest’anno i propri sistemi frenanti personalizzati a tutti i 22 piloti in gara nel campionato di MotoGp.