Artsana: nel bilancio 2023 le perdite salgono a 130 milioni

Aumentano le perdite per Artsana. Il gruppo del giocattolo per la prima infanzia, guidato dall’amministratore delegato Nicola Zotta (in foto), presente in oltre 20 Paesi con circa mille punti venta e 6 mila addetti, ha presentato sia il bilancio ordinario che consolidato per il 2023.

Artsana: i numeri del bilancio 2023

In un articolo di Italia Oggi si evidenzia come i ricavi nel 2023 siano diminuiti a 1,35 miliardi di euro (erano 1,42 miliardi di euro nel 2022). Una perdita dovuta anche al costo del personale (aumentato da 247 a 267 milioni), di ammortamenti e svalutazioni (da 98 a 116 milioni) e degli oneri finanziari (da 58 a 66,8 milioni).

L’Ebitda è progredito anno su anno (da 145 a 148 milioni), ma è calato l’Ebit, da 42 a 26 milioni con una perdita che si è allargata da 14 a 130 milioni.

Guardando al bilancio ordinario, le perdite – si evidenzia sul quotidiano – sono quasi quadruplicate anno su anno, passando da 37,3 milioni a 111,2 milioni, con il passivo imputato a nuovo per 40,8 milioni e il restante alla riserva).

A livello di vendite, Arsana nel baby care ha realizzato 592 milioni (in calo del 15% rispetto al 2022), che si sono sommati ai ricavi di Prénatal Retail Group (PRG), cresciuti invece da 726 a 765 milioni.

© Riproduzione riservata