Nasce A2A Ambiente, azienda da 3 milioni di tonnellate di capacità di trattamento rifiuti e 1.400 GWh di energia elettrica prodotti. Controllata al 100% da A2A, la società è operativa dal 1° luglio 2013 – come previsto dal piano industriale presentato dal gruppo a novembre 2012 – e, per volume d’affari generato (a operazione conclusa, l’Ebitda sarà di oltre 250 milioni di euro) rappresenta la più grande azienda italiana nel settore ambientale con 600 dipendenti (oltre 4000 includendo quelli delle società controllate).
Dopo una prima fase di riassetto impiantistico nei prossimi mesi A2A Ambiente opererà una semplificazione della struttura societaria del gruppo in cui le partecipazioni nelle società Amsa, Aprica e Partenope Ambiente, interamente controllate dalla capogruppo A2A, verranno conferite ad A2A Ambiente.
“A2A Ambiente costituisce un ulteriore importante passo verso la razionalizzazione della società – afferma Graziano Tarantini, presidente del Consiglio di gestione di A2A – L’operazione avviata oggi porta alla valorizzazione del patrimonio industriale e tecnologico del gruppo A2A e a una focalizzazione delle società per aree di attività; inoltre, come previsto dal piano industriale, la nascita di A2A Ambiente è il primo passo per un fondamentale sviluppo del gruppo A2A nel settore ambientale in Italia e all’estero”.

I NUMERI DI A2A AMBIENTE
 - Ebitda di oltre € 250 milioni
 - 3 milioni di tonnellate di capacità di trattamento rifiuti
 - 1.400 GWh di energia elettrica prodotti
 - 1.000 GWh di calore prodotti