Apple ancora più green: solo rinnovabili per negozi, uffici e data center

Il nuovo quartier generale di Apple a Cupertino è alimentato al 100% da energie rinnovabili, prodotte in parte con un impianto fotovoltaico da 17 megawatt installato sul tetto dell’edificio

Nell’ambito del suo impegno contro i cambiamenti climatici, Apple ha annunciato che tutte le sue strutture nel mondo sono alimentate al 100% da energia pulita, un traguardo che, si sottolinea in una nota della società, coinvolge negozi retail, uffici, data center e strutture in co-locazione in 43 Paesi, tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Cina e India. “Vogliamo lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato. Dopo anni di duro lavoro, siamo orgogliosi di aver raggiunto questo importante traguardo”, ha dichiarato Tim Cook, Ceo di Apple. “Continueremo a spingerci oltre il limite di ciò che è possibile con i materiali nei nostri prodotti, con il modo in cui li ricicliamo, con le nostre strutture e con il nostro lavoro con i fornitori, per trovare nuove fonti di nergie rinnovabili, sempre più creative e all’avanguardia, perché sappiamo che il futuro dipende da questo”. 

I progetti di energia rinnovabile di Apple

Non solo, quindi, il nuovo Apple Park, l’headquarter che può vantare un impianto fotovoltaico da 17 megawatt installato sul tetto e celle a combustibile alimentate a biogas da 4 megawatt. Tutta la società e i suoi partner stanno costruendo impianti per la produzione di energia rinnovabile in tutto il mondo, migliorando l’offerta di energia per le comunità locali, gli stati e interi Paesi.
Attualmente Apple conta 25 impianti di produzione di energia rinnovabile già operativi nel mondo, per una capacità produttiva totale di 626 megawatt. Di questi, 286 megawatt sono diventati disponibili nel 2017. Altri 15 impianti sono in fase di costruzione. Al termine dei lavori sarà possibile produrre più di 1,4 gigawatt di energia rinnovabile e pulita grazie a impianti collocati in 11 Paesi.