Coronavirus: Les Copains realizza mascherine per chi lavora

Foto di Vesna Harni da Pixabay

La parola d’ordine è riconvertire. Lo hanno fatto in molti in questi giorni. Ciascuno a suo modo. Alla liste si è unito anche il brand bolognese Les Copains, mettendo a disposizione impianti e risorse dell’azienda: dalla scorsa settimana è iniziata infatti la produzione di mascherine filtranti all’interno dello stabilimento produttivo di Bologna. Realizzate con tessuto lavabile della società Etique srl, le mascherine diventano prodotto finito all’interno degli stabilimenti di proprietà della famiglia Zambelli. Per questa ragione le mascherine vengono distribuite a prezzo di costo, senza quindi finalità lucrative. Le prime 1200 mascherine finite sono state consegnate nella giornata di ieri, ma la produzione continua con l’obiettivo di realizzarne altre 2000 entro fine settimana. I destinatari sono altre aziende distribuite sul territorio emiliano (in particolare nelle zone “rosse” di Parma e Piacenza) che continuano la propria attività perché di prima necessità, come alimentari e farmacie. Le mascherine realizzate da Les Copains, sebbene non siano dispositivi certificati, hanno la primaria funzione di proteggere da liquidi ed impediscono a chi le indossa di toccarsi anche involontariamente bocca e naso.