Case vacanze: 12 località emergenti su cui conviene puntare in Italia

Volete comprare una seconda casa da affittare? Allora dovete prima capire quali sono i comuni ideali in cui farlo. Secondo uno studio di Tecnocasa Gruppo sono 12 le località turistiche emergenti su cui conviene puntare oggi. Se amate il mare potete optare per l’intramontabile Sardegna e in particolare per Castelsardo, considerato uno dei borghi più belli d’Italia e in posizione strategica per raggiungere Stintino, Santa Teresa di Gallura e Alghero. I prezzi medi per immobili da ristrutturare sono intorno agli 800 euro al mq. Anche la Liguria offre ottime soluzioni, come Diano Marina e San Lorenzo al Mare che, grazie alle recenti piste ciclabili, stanno attirando un numero crescente di stranieri. Da non scartare, poi, Bordighera, dove è nato un centro sportivo per tennisti, è in corso una riqualificazione delle spiagge e si stanno recuperando alberghi in disuso. Chi ama la tranquillità può optare per il vicino borgo di Perinaldo, piccolo centro dell’entroterra imperiese (bandiera arancione) da cui partono percorsi escursionistici, o per Apricale, centro storico medioevale che offre case d’epoca in pietra a prezzi che vanno da 500 euro al mq (da ristrutturare) a 1.000 euro al mq (già ristrutturate). Se volete rimanere al nord ma volete spiagge più ampie potreste puntare su Iesolo, in Veneto, dove stanno nascendo molte nuove costruzioni tra cui la Cross LamTower, il più grande grattacielo in legno d’Europa. I prezzi medi, però, sono più alti: 2600 euro al mq.

Le case vacanze sono amate anche dagli stranieri

Se preferite la montagna buttatevi sulle zone in cui sono disponibili impianti termali, molto apprezzati dai turisti, o in cui sono in corso opere di potenziamento, come Ponte di Legno, in provincia di Brescia, dove verrà realizzato un impianto termale. I prezzi medi si aggirano intorno ai 2.300 euro al mq. A Moena, in Trentino, invece è in programma una nuova cabinovia che collegherà il centro del paese con l’Area Lusia. I prezzi medi sono intorno ai 3.000 euro al mq. In Val d’Aosta si distinguono Cogne, grazie alla presenza della pista da fondo (un medio usato è quotato mediamente 2.150 euro al mq), e Ollomont, per la pista da discesa, lo sci di fondo e lo snow park (una soluzione in buono stato costa 1.500 euro al mq). Infine, dovreste tenere in considerazione le mete lacustri. Sul lago d’Iseo spicca Predore, un mercato di nicchia, apprezzato soprattutto da stranieri, con prezzi medi di 1.200 euro al mq, mentre su quello di Garda, Lazise, dove i prezzi medi sono di 2.750 euro al mq, e Riva del Garda, fermo a 1.500 euro al mq. “Sul mercato della casa vacanza si registrano trend, quali un aumento degli acquisti di casa vacanza da parte degli stranieri e una riscoperta dei borghi così come di località vicine a quelle più costose per la possibilità di acquistare a prezzi più contenuti. La riscoperta invece di borghi caratteristici vede protagonisti soprattutto gli acquirenti stranieri più inclini a trascorrere le vacanze in luoghi meno battuti dal turismo di massa e in grado di offrire vacanze più rilassanti e in immobili caratteristici” ha commentato l’Ufficio studi Tecnocasa Gruppo.