Francesco Molinari, Matteo Manassero e Edoardo Molinari © Getty Images

Francesco Molinari, Matteo Manassero ed Edoardo Molinari

L’European Tour di golf si sposta in Marocco per il Trophee Hassan II 2012, da giovedi 22 a domenica 25 marzo sul percorso Golf du Palais Royal ad Agadir, 126 golfisti si contenderanno la vittoria finale e il montepremi di 1,5 milioni di euro.

Saranno sei gli italiani in gara: Edoardo e Francesco Molinari, Matteo Manassero, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan e Federico Colombo. Per tutti si tratta di una gara molto importante, ma per Edoardo e Francesco è l’ultimo “allenamento” prima di partire per gli Stati Uniti, verso il Masters all’Augusta National Golf Club dove si gioca per la “Green Jacket” dal 5 all’8 aprile, per Matteo Manassero in caso di vittoria si potrebbero aprirebbero le porte per il Masters, mentre per tutti un buon piazzamento significa salire nella classifica della Race to Dubai 2012. La speciale classifica R2D del tour europeo dopo l’Open de Andalucia Costa del Sol vede al comando Rory McIlroy, Matteo Manassero è 14°, Francesco Molinari 22°, Andrea Pavan 93°, Edoardo Molinari 98°, Lorenzo Gagli 120° e Federico Colombo 219°.

L’anno scorso il Trophee Hassan II si è giocato sullo stesso percorso, il par 72 del Golf du Palais Royal ad Agadir e ha vinto David Horsey (67-61-67-69) con 274 colpi al playoff con Rhys Davies e Jaco Van Zyl. Nessuno dei nostri giocatori aveva partecipato alla scorsa edizione.

I tee time del Trophee Hassan II 2012 di giovedi 22 marzo

  • Francesco Molinari tee della buca 10 alle 8:00 ora locale con Rhys Davies e David Horsey
  • Edoardo Molinari tee della buca 10 alle 8:30 ora locale con Thomas Levet e Joost Luiten
  • Federico Colombo tee della buca 10 alle 11:50 ora locale con Gary Orr e Chris Wood
  • Lorenzo Gagli tee della buca 10 alle 12:20 ora locale con Jack Shepherd e Craig Lee
  • Matteo Manassero tee della buca 1 alle 12:30 ora locale con Branden Grace e Robert Rock
  • Andrea Pavan tee della buca 1 alle 13:10 ora locale con Joel Sjoholm e Niclas Fasth