I 6 consigli di LinkedIn per trovare un nuovo lavoro

Foto di mohamed Hassan da Pixabay

In autunno le vacanze sono ormai un ricordo lontano, e lo stress e gli impegni della vita in ufficio iniziano ad incalzare i lavoratori di qualsiasi categoria professionale e livello di esperienza. Questi elementi rendono l’autunno un ottimo periodo per la ricerca di un nuovo lavoro, durante il quale è, al contempo, essenziale dare il massimo nelle attività di business per raggiungere al meglio gli obiettivi dell'anno. Nei tempi del predominio del digitale, uno dei metodi più utilizzati per cercare nuove opportunità professionali è certamente LindkedIn dove, tra l'altro, in termini di annunci questo è uno dei periodi di punta dell'anno. Per questo motivo, un team di esperti delle dinamiche di lavoro di LinkedIn ha stilato una lista con 6 consigli chiave per dare uno svolta all apropria carriera.

  1. Immagine del profilo
    Una buona foto profilo aiuta a rendersi più riconoscibili sulla piattaforma, sia ai contatti già consolidati sia per attrarre nuovi possibili “peer” (contatti). La foto non deve essere perfetta, basta che risulti naturale. Se non si indossa un completo per lavoro, è meglio non indossare un qualsiasi altro completo nella foto profilo.
    Nota statistica: Dalle ricerche LinkedIn è dimostrato che una buona immagine profilo può portare fino a 9x richieste in più di connessione. 
  2. Posizione attuale
    Man a mano che la propria carriera prosegue, è utile mantenere aggiornata la propria posizione lavorativa. È un elemento che aiuta a raccontare al meglio la propria storia professionale.
    Nota statistica: perfmette di ottenere fino ad 8x visualizzazioni del proprio profilo.
  3. Formazione e competenze
    Secondo gli esperti di LinkedIn, è fondamentale aggiungere informazioni sul proprio percorso formativo (scuola, università, master ecc.), così che i propri ex “compagni di classe” possano trovarci più facilmente (e quindi creare nuove e proficue collaborazioni professionali).
    Nota statistica: È dimostrato che aggiungere info sulla propria istruzione porta a ricevere 17x messaggi in più dai recruiter e responsabili della selezione in azienda. È, inoltre, importante inserire in maniera articolata l’elenco delle proprie competenze (hard skill e soft skill, come ad esempio la padronanza del pacchetto Microsoft Office, o spiccate capacità di vendita o relazionali etc.), per mostrare i propri punti di forza. È consigliabile inserire almeno 5 competenze di base. Se si desidera dimostrare la propria esperienza in merito a determinate competenze, è consigliato sottoporsi a un test utilizzando la nuova funzione di valutazione delle competenze di LinkedIn. Per ogni valutazione delle competenze superate, verrà rilasciato un certificato, che apparirà sul vostro profilo LinkedIn, in modo che sia subito disponibile per i recruiter.
  4. Settore professionale e industriale
    Aggiungere il settore professionale e industriale di competenza, nonché quello di maggiore interesse, è utile per trovare più facilmente nuove offerte di lavoro, eventi, contenuti formativi e articoli di settore.
    Nota statistica: Più di 300 mila persone vengono trovate ogni settimana su LinkedIn in base al settore.
  5. Località
    Può sembrare una “banalità”, ma molte aziende ricercano i talenti in base alla zona e si affidano alla località inserita nel profilo LinkedIn dei professionisti più interessanti.
    Nota statistica: Basti pensare al fatto che aggiungere la località aumenta di 23 volte le possibilità di essere trovati nelle ricerche dei recruiter su LinkedIn.
  6. Curare il network e partecipare i gruppi di discussione
    LinkedIn è una piattaforma che basa tutta la sua forza su una comunità eterogenea di professionisti, i quali forniscono ogni giorno il loro aiuto per migliorare ciò che facciamo, avvicinandoci sempre più al successo in ambito lavorativo. Per questo è sempre utile leggere i post dei propri contatti, per informarsi e aggiornarsi sugli ultimi trend del proprio settore professionale, trarre spunti creativi per nuove attività, e creare un dialogo costruttivo per la community. È possibile iscriversi a diversi gruppi di discussione, e parteciparvi attivamente può aiutare i professionisti a mettersi in luce con altri professionisti del proprio settore di competenza, creare nuove opportunità di business e trovare un nuovo lavoro.