Quanto guadagna un Ceo? Alcuni fino a 1000 volte più dei loro dipendenti

Jonas Prising, a.d. di Manpower © Right Management

Che lo stipendio di un Ceo sia molto più elevato di quello di un normale impiegato è un dato di fatto ovvio e risaputo. Ma vi siete mai chiesti quanto guadagna di più un capo rispetto al resto dello staff? È la domanda alla quale ha cercato di rispondere Equilar, società che si occupa di consulenza sul mondo retributivo, analizzando le buste paghe delle 100 maggiori compagnie che hanno pubblicato i dati prescritti entro l’inizio di aprile. I risultati, riportati poi dal Financial Times, parlano di differenze che in alcuni casi sono abissali: dei 100 Ceo considerati, ben 11 hanno retribuzioni mille volte superiori il valore mediano che si trova nella loro azienda. Per esempio, Jonas Prising, amministratore delegato di Manpower, la società che fornisce lavoro temporaneo, incassa 2.508 volte in più di quanto incassano mediamente i dipendenti. Nella top ten rientrano anche Bob Iger di Walt Disney e Kevin Johnson di Starbucks. In linea di massima, il rapporto tra lo stipendio di un amministratore delegato e quello dei dipendenti è di 254 a 1. Si tratta di un dato in crescita, considerando che nel 2017 il rapporto era di 235 a 1, anche se c’è da dire che tre anni fa solo due terzi delle compagnie oggi tracciate svelavano i loro dati. Ci sono società, comunque, in cui gli squilibri sono ancora più significativi. Secondo il Financial Times, per esempio, Elon Musk, inventore di Tesla, guadagna 40.668 volte lo stipendio mediano di un suo dipendente.

In Italia i Ceo guadagnano fino a 8 volte lo stipendio del personale

E in Italia? La situazione all’interno delle nostre aziende è stata fotografata recentemente dal Salary Outlook dell’Osservatorio JobPricing, che ha analizzato il cosiddetto “multiplo retributivo”, ossia la distanza fra vertice e base della piramide aziendale. Per calcolarlo, gli analisti hanno preso il 9° decile della curva retributiva media di un Ceo e lo hanno rapportato al 1° decile della curva di profili con inquadramento operaio. Il risultato è un indice pari a 8,1: lo stipendio di un amministratore delegato, quindi, è oltre 8 volte superiore a quello dei profili con la retribuzione annua lorda più bassa. Il multiplo cresce ulteriormente arrivando a 9,6 se si considera l’intero pacchetto retributivo, comprensivo anche della retribuzione variabile percepita.