Se la quota rosa supera il 40% le imprese hanno più successo

La presenza femminile ha davvero il potere di cambiare il volto delle aziende. La conferma arriva da uno studio internazionale realizzato da Sodexo (gruppo che offre servizi integrati alle imprese), che ha esaminato i dati forniti da 50mila manager di 70 società internazionali nel quinquennio 2011-2016. Ebbene, dall’analisi è emerso che se almeno il 40% dei dipendenti è donna la produttività aziendale aumenta dell’8%. L’equilibrio di genere, infatti, comporta un arricchimento a tutti i livelli: maschi e femmine apportano al gruppo di lavoro risorse e capacità differenti e, quando hanno la possibilità di cooperare alla pari, le chance di successo del business si moltiplicano.

Le aziende con donne sono più attente ai clienti

La (quasi) parità dei sessi all’interno delle aziende si traduce anche in un aumento del tasso di partecipazione e del tasso di conservazione dei dipendenti, che salgono rispettivamente fino al 12% e fino all’8%: trainati dalla maggiore espansività e apertura delle donne, tutti i colleghi tendono a essere più coinvolti nella vita e nei processi aziendali e a rimanere fedeli al loro impiego. Risvolti positivi anche sul fronte sicurezza: quando nelle aziende è presente un numero consistente di donne si verificano meno incidenti e la sicurezza sul posto di lavoro cresce del 12%. Le quote rosa hanno ripercussioni importanti anche sui rapporti con la clientela: un 40% di dipendenti femmina equivale a +9% nella capacità di conservare almeno il 90% dei propri clienti.