Occhiali Neri: il film di Dario Argento nel mercato NFT

Occhiali Neri di Dario Argento è nelle sale dal 24 febbraio. Nel cast del film Ilenia Pastorelli , Asia Argento, Andrea Gherpelli e Xinyu Zhang

I Non-Fungible Token (NFT) debuttano anche nel cinema. La prima opera italiana a far parte del sempre più crescente mercato degli NFT sarà Occhiali Neri  del maestro dell’horror Dario Argento Attraverso gli NFT, che permettono agli appassionati di acquistare un bene digitale – unico e certificato dalla tecnologia blockchain – del proprio artista preferito, sarà messa a disposizione del pubblico la proprietà unica di 588 opere digitali 3D animate della pellicola, protagonista della 72esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino. Disponibili dal 10 marzo, le opere della collezione Occhiali Neri NFT by Dario Argento sbloccheranno una serie esclusiva di benefici ed esperienze strettamente correlati al film, ai suoi attori e alla produzione cinematografica. 

A realizzare gli NFT del film Occhiali Neri  è stato il team tutto italiano di Birdez Gang, guidato dall’imprenditore digitale Mik Cosentino e tra le prime realtà ad approcciare il mercato dei Non-Fungible Token nel nostro Paese. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Demba di Marco De Micheli, agenzia di comunicazione che opera da molto tempo nel cinema in Italia. “Ogni NFT numerato equivale a un vero e proprio pass, che dà quindi diritto a chi lo possiede a una serie di benefit, esperienze e oggetti da collezione unici nel loro genere”, spiega Cosentino. “Detenendo uno o più Occhiali Neri NFT by Dario Argento, ad esempio, si avrà l’accesso esclusivo a due proiezioni private a Roma e Milano con Dario e Asia Argento e tutto il cast del film. Inoltre, il possesso di un NFT dà diritto anche a ricevere a casa gli occhiali Rayban originali utilizzati nel film”. 

Occhiali Neri di Dario Argento è una coproduzione tra l’italiana Urania Pictures di Conchita Airoldi e Laurentina Guidotti e la francese Getaway, in collaborazione con Rai Cinema, Canal+ e Cine+, Sky; distribuito in Italia da Vision Distribution e nel mondo da Wild Bunch. “Con questa operazione intendiamo avviare una strategia strutturata di utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione che sono offerti dalla rivoluzione tecnologica del web3, con l’obiettivo di costruire nuove e più efficaci campagne di lancio dei nostri film”, ha commentato Massimiliano Orfei, a.d. di Vision Distribution. “Il mercato cinematografico sta affrontando una trasformazione radicale, che impone a tutti gli operatori della filiera di ripensare e rinnovare i propri modelli operativi. Siamo convinti che la crisi che stiamo attraversando sta per finire e che il mercato post pandemico offrirà enormi opportunità di sviluppo del business, che potranno essere però colte appieno solo se si sarà capaci di adattare e far evolvere molto velocemente e creativamente, a tutti i livelli, modelli e mentalità operative”.