Investimenti, gli affitti rendono più dei Btp: il mattone rende il 6,1%

Avete qualche risparmio da parte e non sapete come farlo fruttare? La soluzione migliore potrebbe essere ancora quella di investire nel buon caro e vecchio mattone. Infatti, l’affitto sembra al momento rendere molto di più dei Btp, i buoni del tesoro poliennali quotati in Italia. La conferma arriva da una rilevazione di Solo Affitti, da cui emerge che nel 2018 gli affitti in Italia sono stati molto redditizi: lo scorso anno, affittare un bilocale di 55mq ha reso mediamente il 6,1%, ossia quasi tre volte di più dei tassi medi di interesse dei Btp decennali, pari al 2,5%. Le città con i guadagni maggiori? Cagliari, prima con rendimenti dell’8,2%, seguita da Trieste (8,1%) e Palermo (7,5%). Si fanno buoni affari anche a Napoli e Torino (6,4%), a Milano (6,3%) e a Bologna (6,1%). In fondo alla classifica troviamo Venezia, con redditività media dei canoni pari al 4,8% per le case affittate nel centro abitato sulla terraferma: si tratta comunque di una resa più alta di quella garantita dai titoli di Stato. Completano la classifica Genova, Ancona e Bari (5,7%), Roma (5,6%), Firenze (5,5%) e Perugia (5,1%).

“Dal 2014 allo scorso anno i rendimenti medi delle abitazioni in affitto nelle principali città italiane sono aumentati di un punto, dal 5,1% al 6,1%” ha spiegato Solo Affitti. Un aumento favorito sia dall’incremento dei canoni medi, che sono passati da 608 a 701 euro facendo segnare +15,3%, sia dal calo dei prezzi medi di vendita degli immobili, passati da 2.681 a 2.529 euro/ mq. “La crescente richiesta di abitazioni in affitto nel nostro paese e, al contempo, la perdurante stagnazione dei prezzi delle case riconducibile all’incertezza economica sono i principali fattori che incidono sulla crescita dei rendimenti da locazione” ha aggiunto la rete nazionale di agenzie immobiliari in franchising specializzate nel settore delle locazioni.