Si chiama Vinitalybio, il nuovo salone specializzato dedicato ai vini biologici certificati, nato dall’accordo siglato tra Veronafiere e FederBio. Il debutto nell’ambito della prossima edizione di Vinitaly, la numero 48, in programma dal 6 al 9 aprile 2014. Si tratta di un progetto per valorizzare la produzione enologica certificata secondo le norme del regolamento Ue n. 203/2012 sulla produzione e l’etichettatura del vino biologico, entrato in vigore il primo agosto dell’anno scorso.

« Vinitalybio è una grande occasione di visibilità per le cantine biologiche italiane che rappresentano il 6,5% del vigneto nazionale con 53 mila ettari coltivati, ponendo l’Italia al secondo posto per estensione a livello mondiale – spiega Ettore Riello, presidente di Veronafiere. L’Italia, inoltre, con una quota del 13% rappresenta il terzo esportatore di vini bio negli Stati Uniti».

«Grazie al progetto Vinitalybio – afferma Paolo Carnemolla, presidente di FederBio – avremo l’opportunità di dare finalmente visibilità e voce al vino biologico certificato, che rappresenta l’unica garanzia per chi intende acquistare un vino ottenuto secondo i principi e le rigorose normative dell’Ue in materia di biologico.